Blog

“I fumetti sono le favole per gli adulti.”

Stan Lee

L’estate è tempo di spiaggia, di sole, di giochi sotto l’ombrellone, di tempo speso con la propria famiglia ma anche con se stessi, in completo relax. All’inizio dell’estate la Tunué vi aveva proposto un elenco di titoli di graphic suddivisi per età e che potete trovare a questo articolo.

Ora abbiamo pensato di selezionare tre graphic che proprio non possono mancare sotto l’ombrellone!

1) Per sempre di Assia Petricelli e Sergio Riccardi

Per sempre è un graphic che parla di crescita, di adolescenza e di scoperta di se stessi in quel momento della vita dove non si hanno certezze, dove sei alla ricerca di una tua identità mentre guardi il tuo corpo cambiare e le persone intorno a te non capirti veramente.

Viola è una ragazza nel pieno dell’adolescenza: non le piace il suo corpo, è convinta di non essere bella come la sua amica Valeria e non ama indossare vestiti femminili. Mentre si trova in vacanza a Punta del Sole con la sua famiglia, incontra un ragazzo di nome Ireneo, di cui si innamora. Ma la loro relazione non è vista di buon occhio dalla sua famiglia e Viola non può nemmeno confidarsi con le amiche, perché teme di venire rimproverata. Viola decide quindi di nascondere la sua relazione e inizia a paragonarla con quella delle altre coppie intorno a lei, soprattutto con quella di Valeria, e a interrogarsi su cosa sia l’amore. Con Ireneo, Viola scoprirà che l’amore non è il sentimento esclusivo che le avevano raccontato, ma una forza capace di liberarti e di aprirti al mondo, mentre ti mette in contatto con la parte più profonda e autentica di te.

2) Un singolo passo di Lorenzo Coltellacci, Niccolò Castro Cedeno e Enrico Gabriele Rollo

Un singolo passo ci parla della magia dell’Erasmus, dell’incertezza di un viaggio e della paura di allontanarsi dalla propria famiglia, dai propri amici e da ciò che si conosce. Ma l’Erasmus è proprio questo: un’avventura che ti cambia la vita, che ha tanto da raccontare, se solo sei pronto ad ascoltare e ascoltarti.

Questo è quello che succede al protagonista, un ragazzo sensibile e pieno di aspettative che si appresta a partire in Erasmus per il Portogallo. Ma se all’inizio è tutto rosa e fiori e l’unica emozione è una grande eccitazione per il viaggio che sta per compiere, questa viene ben presto soppiantata dalla solitudine di essere in un paese straniero lontano dagli affetti. Eppure, una volta superata l’incertezza di non sapere più che cosa si sta facendo, iniziando così ad aprirsi alle opportunità che solo un viaggio come l’Erasmus ha da offrire, ecco che il ragazzo inizia a godersi l’esperienza, a trovare nuovi amici, un nuovo amore, crescendo e riscoprendo se stesso, aprendo gli occhi a quel viaggio fantastico ed emozionante che è la vita!

3) Momo di Jonathan Garnier e Rony Hotin

Momo è un delicato romanzo di formazione, di crescita e del ritorno alla spensieratezza dell’infanzia, dove le uniche cose importanti erano il gioco, gli amici e la famiglia.

Momo è una bambina di cinque anni che vive con la nonna in un piccolo villaggio portuale della Normandia. Suo padre è un marinaio d’altura obbligato dal lavoro a passare lunghi periodi in mare. La vita di Momo viene travolta completamente dalla morte della nonna. Perso l’unico parente vicino, la bambina va a vivere con un pescivendolo amico del padre, deciso a ospitarla fino al ritorno del genitore. Questa esperienza porterà la piccola a misurarsi con il mondo esterno, a trovare nuovi amici e con loro iniziare una piccola avventura che la aiuterà a crescere e a superare il dolore.

Momo è un’importante lezione di vita, un racconto che parla al cuore del lettore, che insegna come le persone amate non vanno mai via veramente, ma vivono dentro di noi ma, soprattutto, che non siamo mai soli.

Siete pronti a immergervi nella lettura? E se non siete convinti leggete anche questi articoli! Di certo troverete qualcosa che fa al caso vostro!

https://www.tunue.com/letture-estive-scuola-primaria/

https://www.tunue.com/letture-estive-scuola-media/

https://www.tunue.com/letture-estive-scuola-secondaria-secondo-grado/

Leggi anche: