Posted on

Le donne e i cavalieri della tavola rotonda

Il ciclo arturiano, figlio di una tradizione prettamente orale, ben si presta a variazioni e reinterpretazioni: nel loro bellissimo graphic novel Morgana, Simon Kansara e Stéphane Fert, partendo da alcuni punti fermi (Morgana è sorellastra di Artù, la Regina Ginevra ha intrattenuto una relazione con Lancillotto) Kansara e Fert ci mostrano una visione interessante sulla Tavola Rotonda, guardandola da una nuova e diversa prospettiva: con gli occhi di Morgana.

Nella versione di Kansara e Fert, Morgana è per l’esattezza l’erede designata al trono di Britannia. Con una serie d’inganni Merlino riesce a far salire al trono il di lei fratellastro Artù e Morgana vive molti anni in esilio, acquisendo poteri magici. In questa narrazione l’ascesa di Artù è dunque una vera e propria usurpazione.

Questo specchio deformante tocca anche le gesta eroiche e virtuose della Tavola Rotonda: Gawain e Parsifal sono descritti come degli ubriaconi, ben lungi dal salvare fanciulle da temibili draghi. Anzi, agli occhi dei contadini, i draghi che le fanciulle devono temere sono questi stessi “paladini”.

Anche Artù, re ingenuo e incapace, è un drago. È il drago che tiene prigioniera Ginevra. Confinata nelle sue stanze “tra banchetti, prove d’abito, giardini e pony” la Regina sogna una vita lontana dalla corte. Questo matrimonio voluto da mio padre non mi soddisfa del tutto. Artù è un po’… rapido fra le lenzuola.”, confessa un giorno Ginevra a Morgana, mentre sogna l’amore di Lancillotto. Forse più bello di Artù come aspetto, ma dalla natura non diversa da quella degli altri cavalieri.

Vuoi essere governata da degli animali, Ginevra?”, chiede Morgana un po’ di tempo dopo. “No.  Non voglio più stare al guinzaglio. Portami con te!”

Così Morgana, la vera erede al trono di Britannia, salva la regina Ginevra dalle grinfie dell’usurpatore Artù e dalle altre bestie che siedono alla Tavola Rotonda. E rifiutando ogni padrone, le due si rifugiano nella foresta in compagnia di altre donne, finalmente libere come mai lo sono state.

Articolo di Federico Mazzoni

Posted on

Quello che sarà #8 | Il 2019 di Tunué | Morgana

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_image src=”https://www.tunue.com/wp-content/uploads/2019/02/8_Morgana.png” align=”center” _builder_version=”3.19.15″ max_width=”59%”][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.15″]

Morgana
di Simon Kansara e Stéphane Fert

Collana «Prospero’s Books»

Privata del suo destino di regina, la sorellastra di Re Artù diventa la fata Morgana e si oppone alla tirannia della Tavola Rotonda e alle manipolazioni di Merlino. Spaventata dal mago che ha giocato con la sua vita fin dalla sua prima infanzia, Morgana dà libero sfogo alla sua rabbia contro tutti: il suo ex insegnante, gli uomini  e il loro nuovo dio.

Gli autori decidono di rovesciare la leggendaria tavola rotonda, dando vita a un racconto femminista in cui la fata Morgana afferra la spada contro i rappresentanti dell’ordine stabilito.

Simon Kansara vive nei Pirenei Atlantici, è autore e sceneggiatore audiovisivo. Ha compiuto i suoi studi preso il CEEA, Conservatorio europeo di scrittura audiovisiva.

Stéphane Fert vive nei Pirenei Atlantici, è un illustratore e fumettista francese. Morgana è il suo primo album, pubblicato in Francia per Delcourt Editions.

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.4″]

Quello che sarà #1 | Il 2019 di Tunué | Licia Troisi

Quello che sarà #2 | Il 2019 di Tunué | Carol Swain

Quello che sarà #3 | Il 2019 di Tunué | Il maestro dei tappeti

Quello che sarà #4 | Il 2019 di Tunué | Daisy

Quello che sarà #5 | Il 2019 di Tunué | Nellie Bly

Quello che sarà #6 | Il 2019 di Tunué | Ar-men

Quello che sarà #7 | Il 2019 di Tunué | Walt Whitman

Quello che sarà #9 | Il 2019 di Tunué | Jo e i tre cappottini

Quello che sarà #10 | Il 2019 di Tunué | Matilde e i pirati

 

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]