Blog

Il 20 novembre è la giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. L’associazione COMIP “CHILDREN OF MENTALLY ILL PARENTS – Associazione di Promozione Sociale”, presenta in streaming il graphic novel della Tunué: Qui c’è tutto il mondo, insieme agli autori del libro: Cristiana Alicata e Filippo de Paris.

Tunué e COMIP insieme nella Giornata Internazionale dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza

Il 20 novembre 2020, nella Giornata Internazionale dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza l’Associazione COMIP – “CHILDREN OF MENTALLY ILL PARENTS” sceglie una graphic novel di qualità per sensibilizzare sul tema dei giovani caregiver, i minori con responsabilità di cura, e in particolar modo su chi è figlio/a di un genitore che soffre di un disturbo psichico. Quest’anno la scelta è stata il graphic novel edito dalla Tunué: Qui c’è tutto il mondo di Cristiana Alicata e Filippo Paris, un’opera delicata e potente che da’ voce a moltissimi temi sociali, in modo poetico e coraggioso: bullismo, orientamento sessuale e identità di genere, integrazione e inclusione e salute mentale.

«Siamo molto felici che gli autori abbiano accettato il nostro invito a presentare il libro con noi in questa data così importante», spiega Stefania Buoni, presidente e co-fondatrice dell’associazione, che proprio il 20 novembre festeggia il suo terzo compleanno. «La nostra è la prima ed unica associazione italiana creata da figli di genitori con un disturbo mentale. Il vissuto di chi come noi ha una mamma o un papà – o addirittura entrambi – che vivono l’esperienza della sofferenza psichica, è ancora un grande tabù in tutto il mondo. Se ne parla ancora molto poco e male. Siamo convinti che un lavoro culturale per invertire la rotta e normalizzare la conversazione sulla salute mentale sia imprescindibile per aprire la mente e contrastare lo stigma e la vergogna. E’ per questo che una graphic novel in cui la protagonista è “una di noi” ci è sembrata l’occasione migliore per continuare ad aprire un dialogo fra le generazioni, i bambini e gli adolescenti di oggi e noi figli adulti, che siamo stati i bambini e gli adolescenti di ieri.»

Qui c’è tutto il mondo è una storia che rispecchia appieno i valori e la lotta di COMIP. Ambientata negli anni ‘80, la storia di Anita si snoda in un crescendo emotivo coinvolgente che ha il suo picco nell’affrontare un tema tutt’ora
tabù in tutto il mondo: la fragilità psichica genitoriale e le sue ripercussioni sui figli. La mamma di Anita, infatti, inizia a comportarsi in modo strano fino a manifestare i sintomi di quello che si scoprirà poi essere un disturbo psichico. La bambina affronterà dubbi e paure insieme a due amiche preziose, Elena e Tina, con cui condividerà emozioni e avventure, in fuga da un mondo adulto che a volte sconcerta e confonde.

COMIP: l’associazione che da’ sostegno ai figli di genitori con disturbi mentali

COMIP – “CHILDREN OF MENTALLY ILL PARENTS – Associazione di Promozione Sociale”, è la prima associazione italiana creata da e per i figli di genitori con disturbo psichico. Nata da poco tempo, l’organizzazione ha come obiettivo la creazione di uno spazio in cui poter parlare di cosa voglia dire avere uno o entrambi i genitori affetti da una malattia mentale. Uno spazio in cui incominciare a far uscire dall’invisibilità un dolore spesso nascosto. In cui costruire, insieme, strategie per far nascere sul territorio reti di supporto concrete per figli di genitori con disturbo psichico (bambini, adolescenti, giovani adulti, adulti) e famiglie.

Per il terzo anno consecutivo COMIP mette a segno per il World Children’s Day un evento dall’elevato contenuto sociale e culturale. Nel 2018 era stata coinvolta la Nazionale Italiana di Calcio a 5 per persone con problemi di salute mentale con una partita di calcio solidale e la proiezione del documentario Crazy for Football che di questa squadra, campione del mondo, racconta la storia. Nel 2019 il salto di qualità, con la proiezione al Nuovo Cinema Aquila di Roma del pluripremiato film italiano Un Giorno All’Improvviso di Ciro D’Emilio per sei scuole superiori della capitale e provincia, con il sostegno dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Un evento gratuito e in streaming

Quest’anno, a causa della pandemia da Covid-19, CHILDREN OF MENTALLY ILL PARENTS celebrerà la ricorrenza del 20 novembre online. L’evento si svolgerà in diretta dalla pagina Facebook di Associazione COMIP – Figli di Genitori con un Disturbo Mentale. Il via alle 20:30, con una introduzione sui temi della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e
dell’Adolescenza a cura dei co-fondatori di COMIP, Stefania Buoni, Carlo Miccio e Gaia Cusini, tutti ex giovani caregiver, esperti per esperienza e Agenti Attivi di Cambiamento.

Dalle 21:00 il collegamento in diretta con gli autori, Cristiana Alicata e Filippo Paris, per presentare Qui c’è tutto il mondo. Il pubblico potrà interagire live tramite la chat, nell’ottica di una partecipazione interattiva in tempo reale.

L’iniziativa è aperta a tutti e completamente gratuita.

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI:

https://www.tunue.com/tunue-i-libri-consigliati-nella-giornata-mondiale-dellinfanzia/

https://www.tunue.com/qui-ce-tutto-il-mondo-un-delicato-graphic-che-profuma-di-liberta/