fbpx

7,9914,90

Uno in diviso | Alcide Pierantozzi

È un romanzo lirico e crudo, decisamente vicino alla lezione, stilistica e concettuale, della magistrale Agota Kristof della Trilogia della città di K, stesso massimalismo, stessa dedizione al dubbio sulla natura della realtà.

Svuota

Taiwo e Kehinde sono gemelli siame­si, il loro corpo dotato di due busti e di un solo paio di gambe ha la forma di una ypsilon, ma, lavorando come inser­vienti dietro il banco di un locale di incontri sessuali, la loro natura è conosciuta da po­chi. La ypsilon in carne e ossa che Taiwo e Kehinde rappresentano è solo la prima, in­quietante immagine in una successione di pagine cupe e allo stesso tempo splendenti.

Progressivamente si fa strada l’assurdo percorso che li guiderà verso un incubo di cattiveria e disperazione, protagonisti e vittime di una follia di violenza che porta dritta verso la dannazione.

SFOGLIA L’ANTEPRIMA:

 

Rassegna stampa
27/03/2015, UNO IN DIVISO, Adriano Barone e Fabrizio Dori, Tunué, Spezzando le manette della mente, di Adriano Ercolani
n30/12/2014, Uno in diviso,un’altra chiave di lettura dell’orrore, Lo Spazio Bianco, Ilaria Mencarelli
n29/09/2014, Adriano Barone vince il Premio Boscarato 2014, Altrisogni,

Autore

Adriano Barone e Fabrizio Dori

Pagine

rilegato filo refe

VERSIONE

CARTONATO, PDF