fbpx

15,00

Futura nostalgia | Tony Sandoval

Un’Alice gotica sospesa tra la realtà
e un soprannaturale sempre più macabro.

Futura nostalgia è una poesia oscura e ricercata
in pieno stile Sandoval.

 

Futura Nostalgia è il racconto di una crescita – quella di Marie – in cui il fantastico fa gradualmente la sua apparizione. Questo periodo della sua vita prende la forma di una rana ruvida e ossessiva che porterà pian piano la protagonista in uno strano mondo alimentato dai suoi sentimenti e dalle sue emozioni.

“La sai una cosa? Sarei pronto a dimenticare la fine del mondo, per un tuo sorriso.”

la vita della giovane Marie da lì a poco sarà completamente stravolta prima dall’amore per Iggy, un affascinante compagno di classe, poi da elementi fantastici come la rana esuberante e rozza che la segue dappertutto e commenta ogni sua azione e infine da un’esplosione e da violenti omicidi, che gettano nel panico tutti i cittadini. Ancora una volta, dopo gli acclamati Nocturno e Watersnakes, Tony Sandoval sfuma i confini tra il vero e la finzione.

 

SFOGLIA L’ANTEPRIMA:

 

Rassegna stampa:

29/08/2019 INK’S CORNER: Futura nostalgia di Tony Sandoval di Sandy Mercado, Stamberga d’inchiostro. Recensione

29/08/2019 Futura Nostalgia di Tony Sandoval di Flavia Bazzano, Fr4med. Recensione

28/08/2019 Anteprima: “Futura nostalgia” di Tony Sandoval di Lo Spazio Bianco. Anticipazione

27/08/2019 Futura Nostalgia di Tony Sandoval – Anteprima di Silvia Forcina, Dimensione fumetto. Recensione

23/08/2019 Futura Nostalgia, di Tony Sandoval di IndianaJuls, Nerdevil.it. Recensione

22/08/2019 Futura Nostalgia: tornano le atmosfere sognanti di Tony Sandoval di Chiara Spaziano, Armadillo furioso. Recensione

17/08/2019 Nel mondo di Marie di Left. Anticipazione

07/08/2019 Futura nostalgia, un piccolo amore e la fine del mondo di Andrea Mazzotta, Quotidiano del Sud. Recensione

1/08/19 Tunué presenta Futura nostalgia di Marcello Portolan, Comix Island. Recensione

19/07/2019 Futura nostalgia di Tony Sandoval, sull’adolescenza di Avanti! online. Recensione