Blog

Anche quest’anno tra gli editori sostenitori del progetto  

Riparte la quinta edizione di #ioleggoperché, che si terrà dal 21 al 29 novembre 2020, un’edizione tutta a prova di Covid-19!

«Siamo molto contenti di prendere di nuovo parte a questa splendida iniziativa e molto soddisfatti per i risultati ottenuti l’anno scorso, dove siamo stati il terzo editore contributore con 20.000 libri donati.»

Queste le parole di Emanuele di Giorgi, amministratore delegato della Tunué. Ed è così. La Tunué non potrebbe essere più orgogliosa e felice di poter partecipare anche quest’anno a #ioleggoperché, donando i suoi libri per bambini e ragazzi, con l’obiettivo di contribuire in modo significativo, superando gli ottimi risultati già ottenuti nell’edizione precedente.

SFOGLIA IL CATALOGO TUNUÉ

#Ioleggoperché è una grande iniziativa sociale che punta a formare nuovi lettori, rafforzando nei bambini e ragazzi l’abitudine alla lettura, grazie alla creazione e al potenziamento delle biblioteche scolastiche. Un nuovo inizio, una rinascita e una voglia di fare con uno sguardo rivolto al futuro, per superare le incertezze portate dall’emergenza COVID grazie ai libri che verranno donati dalle scuole e dalle librerie!

#Ioleggoperché a sostegno delle biblioteche scolastiche

#Ioleggoperché ha come obiettivo la creazione e lo sviluppo delle biblioteche scolastiche. Promosso dall’Aie (Associazione Italiana Editori) in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dalla Banca d’Italia e con il supporto della SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori), è attivo dal 23 aprile 2015.

Fino a oggi #ioleggoperché è riuscito a donare alle scuole oltre un milione di libri, che oggi arricchiscono il patrimonio librario delle biblioteche scolastiche di tutta Italia. Questo solo grazie all’energia, all’impegno e alla passione di insegnanti, librai, studenti ed editori, e del pubblico che ha messo in gioco la sua passione e l’amore per la lettura.

«Nell’anno scolastico che sta iniziando, la scuola italiana sarà chiamata a sostenere un ruolo ancor più fondamentale del solito. In un momento tanto delicato, accompagneremo studentesse e studenti – e quindi l’intero Paese – verso una nuova normalità. Un’iniziativa come #ioleggoperché aiuta questo percorso e riassume tutti i valori più importanti cui ci ispiriamo: amore per la cultura, impegno nel garantire la qualità̀ della formazione delle ragazze e dei ragazzi, solidarietà. Per questo il Ministero dell’Istruzione tiene molto a una campagna che si inserisce perfettamente nel solco delle decisioni che abbiamo adottato in questi mesi, con provvedimenti come lo stanziamento di 236 milioni di euro per la fornitura gratuita di libri di testo e dispositivi digitali agli studenti meno abbienti o ancora di ulteriori 3 milioni per i corredi scolastici. La lettura è uno degli elementi chiave nella crescita culturale e personale e tutte le iniziative che la favoriscono potranno sempre contare sul nostro concreto sostegno».

Così dichiara la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. #Ioleggoperché risulta davvero fondamentale in questo periodo di ripresa, per aiutare le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e le scuole d’infanzia nel spingere i propri studenti a ricominciare a sperare e sognare attraverso la lettura e i mondi fantastici che essa spalanca.

Nel corso delle varie edizioni #ioleggoperché ha potuto contare sull’appoggio di oltre 100 testimonial che hanno espresso opinioni favorevoli al progetto, ma non solo. Da scrittori a cantanti, da youtuber a personaggi dello spettacolo, della cultura e dello sport, tutti hanno voluto condividere il loro amore per la lettura consigliando quel libro che è rimasto nel loro cuore e che considerano imperdibile per i più giovani. Ecco allora che personaggi quali Alessandro Gatti, Elisabetta Gnone, Geronimo Stilton, Katia Follese, Simone Farelli e molti altri hanno registrato un video che potete trovare nella pagina ufficiale di #ioleggoperché sessione testimonial.

testimonial_io_leggo_perché_2020
I testimonial di #ioleggoperché

Come funziona #ioleggoperché 2020

Da sabato 21 a domenica 29 novembre 2020, nelle librerie aderenti, sarà possibile acquistare libri da donare alle scuole dei quattro ordinamenti: infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado.

Al termine della raccolta, gli editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva fino a un massimo di 100.000 volumi, donandoli alle scuole e suddividendoli secondo disponibilità tra tutte le iscritte che ne faranno richiesta attraverso il portale. Tra i libri che la Tunué donerà, ci saranno le ultime novità della collana Tipitondi che raccoglie i graphic novel per ragazzi e le storie dedicate ai lettore più piccoli!

Un ritorno attesissimo quello di #ioleggoperché ma con delle differenze rispetto alle edizioni passate. Sì, perché #ioleggoperché 2020 sarà completamente “a prova di Covid-19”!: per agevolare le donazioni e garantire la meccanica dell’iniziativa in questo anno particolare, verranno segnalate sul sito le librerie che dispongono anche di modalità di acquisto a distanza, così da evitare situazioni di assembramento nei punti vendita dal 21 al 29 novembre, quando tutti i cittadini potranno acquistare un libro da donare a una scuola.

Non solo. Quest’anno i Messaggeri, il cuore pulsante dell’iniziativa per tutte le passate edizioni, non potranno partecipare in persona. A causa infatti dell’emergenza sanitaria non potranno dare il loro supporto nelle librerie aderenti durante i giorni della raccolta.

Regolamento #ioleggoperché 2020

#ioleggoperché ai tempi del Covid-19. Come funziona la nuova edizione?

È possibile partecipare sia come singoli sia come librerie. Dal 28 settembre al 30 ottobre 2020 la libreria aderente all’iniziativa #ioleggoperché può candidarsi o richiedere il gemellaggio con una o più scuole.

Il gemellaggio può avvenire in due modi: per iniziativa delle librerie attraverso il sito, le scuole del proprio territorio tra quelle indicate nell’elenco disponibile nel sito stesso, fino a un limite di 5 gemellaggi, oppure per iniziativa di una scuola registrata al sito, che ne faccia richiesta scegliendo la libreria alla quale proporre il gemellaggio fra quelle indicate nell’elenco disponibile.

Una volta conclusa positivamente la procedura di gemellaggio con una libreria, le scuole potranno inviare alle librerie gemellate la lista di libri desiderati, suggerendo i titoli che preferirebbero ricevere per andare a colmare le lacune o ad aggiornare il patrimonio librario della propria biblioteca.

Il contributo delle scuole

Per quanta riguarda i Messaggeri, è vero che non potranno partecipare di persona, ma possono continuare a sostenere il progetto e a diffondere il loro amore per la lettura, attraverso il passaparola, invitando tutti a donare libri per le scuole nella settimana dal 21 al 29 novembre.

Anche i singoli avranno la possibilità di acquistare un libro in libreria e donarlo alle biblioteche scolastiche gemellate per diffondere quanto più possibile l’amore per i libri, siano essi romanzi oppure fumetti o ancora graphic novel, perchè ricordate: in questo periodo ancora grigio, pieno di dubbi su come si evolverà la situazione e su cosa ci attende in un prossimo futuro, la lettura diviene uno strumento potente per spalancare le porte della fantasia, dell’immaginazione, volare in mondi lontani e intraprendere viaggi che oggi sembrano impossibili.

#Ioleggoperché: ora tocca a voi!

Ora tocca a voi. Perché leggete? Che cosa vi ha spinto a prendere tra le mani un libro? Vi ricordate la sensazione che vi ha suscitato quella pagina leggera su cui poggiavate le dita? Pensate ai libri che vi hanno fatto innamorare della lettura quando eravate bambini. Pensate a quanto una singola storia vi abbia donato, aiutato e cambiato.

Seguiteci in questa iniziativa e donate anche voi i fumetti della Tunué perché da soli si può fare poco, ma insieme si può dare tanto!