Posted on

Adotta uno scrittore ha adottato Kalina Muhova!


Adotta uno scrittore è un progetto sostenuto dal Salone del Libro di Torino giunto ormai alla diciassettesima edizione. Con Adotta uno scrittore, studenti e studentesse di scuole medie e superiori hanno l’opportunità di confrontarsi con gli autori più svariati, toccando gli ambiti del giornalismo, del romanzo, dei racconti, delle poesie… e dei fumetti. Gli incontri non sono lezioni frontali, ma veri e proprie dibattiti fra i ragazzi e l’autore, che affrontanole tematiche culturali più disparate.

Quest’anno tra gli artisti selezionati c’è Kalina Muhova, giovanissima disegnatrice bulgara che vive in Italia da anni. Sofia dell’oceanopubblicato da Tunué nel 2018 con la sceneggiatura di Marco Nucci, è stato il suo graphic novel d’esordio. Il libro ha ricevuto molti riconoscimenti come il Premio Boscarato 2018 ed è al momento candidato al Premio Micheluzzi al Comicon di Napoli nella sezione “miglior disegno”. Kalina è stata “adottata” dai ragazzi della Scuola Media Maggiora Vergano di Refrancore con cui ha già fatto due incontri in questi giorni; l’autrice e i ragazzi si rivedranno il 7 maggio e, al Salone del Libro, il 13 maggio.

Il ciclo d’incontri fra Kalina e i ragazzi sarà documentato da quest’ultimi sul booklog ufficiale dedicato all’iniziativa. Non è la prima volta che un autore Tunué partecipa al progetto con Adotta uno scrittore: nel 2015 è stato il turno di Iacopo Barison, autore del romanzo Stalin + Bianca, candidato al Premio Strega, mentre lo scorso anno i ragazzi del Liceo Artistico Renato Cottini di Torini hanno “adottato” Simona Binni (il suo ultimo libro con Tunué è La memoria della tartarughe marine). I più curiosi possono trovare qui un resoconto video dell’incontro fra Iacopo e i giovani studenti dell’ISS Bona di Biella e qui alcune considerazioni di Simona.

Federico Mazzoni

Foto: Bookblog /Bookstock Village
Posted on

Leggo Quindi Sono con Ubik Foggia e Paola Camoriano

Abbiamo incontrato e intervistato Salvatore D’Alessio, uno dei librai della libreria Ubik di Foggia e ideatore dell’iniziativa Leggo Quindi Sono, progetto-concorso patrocinato dagli Assessorati all’Istruzione e alla Cultura del Comune di Foggia, dall‘Ufficio Scolastico Regionale e dalla Fondazione Monti Uniti di Foggia, che propone, in questa terza edizione, cinque libri scelti fra una rosa di 12, tutti pubblicati da piccole e medie case editrici indipendenti; Il ritrovo degli inutili di Paola Camoriano è tra i cinque volumi prescelti.
Il progetto prevede un mini tour martedì 27 marzo, alle ore 18.30, nello spazio live della Ubik di Foggia, dove Paola Camoriano incontrerà i lettori della libreria e gli studenti del Liceo C. Poerio, presentando il suo libro e conversando con Alessandra Ferrazzano e Miriana Rosiello, allieve dell’istituto foggiano. Inoltre, ad impreziosire l’appuntamento, anche la presenza del disegnatore Giuseppe Guida e di Stefano Santangelo, rispettivamente in rappresentanza della Scuola di Fumetto delle Edizioni Inkiostro e del Festival del Nerddi Foggia (in programma a maggio). L’indomani poi, mercoledì 28 marzo, spazio ad altre scuole del capoluogo dauno: alle ore 9.00, la fumettista torinese incontra gli studenti dell’Istituto B. Pascal, per poi spostarsi, alle 10.30, all’Istituto Notarangelo-Rosati, entrato a far parte con entusiasmo in questa terza edizione nel concorso-progetto LQS: in entrambi gli istituti, l’autrice converserà con la blogger Modestina Cedola e con il libraio Salvatore D’Alessio.. Infine, nel pomeriggio del 28 marzo, Paola Camoriano incontrerà il gruppo di lettura della Casa Circondariale di Foggia (progetto Lib(e)ri dentro realizzato dal CSV Foggia).

Ma ora entriamo nel vivo dell’intervista:

 

1) Chi sei? Parlaci della tua libreria

Sono Salvatore DAlessio e sono uno dei sei librai di Ubik Foggia.Nel 2007 Michele Trecca e Giovanna Draicchio hanno portato i libri nel cuore della città, a Piazza Umberto Giordano, ed hanno inaugurato la libreria in un locale storico che nei primi del novecento aveva ospitato una stamperia. Da undici anni Ubik è il punto di incontro tra le storie e i lettori, siamo una libreria generalista e lavoriamo molto sul catalogo oltre che sulle novità e diamo molto spazio alla produzione delle piccole case editrici di qualità. Ogni anno organizziamo quasi cento eventi, molti di questi dedicati proprio all’editoria indipendente.Dall’incontro tra i lettori e le case editrici indipendenti è nato “Leggo QuINDI Sono”, un Premio Letterario di cui sono trai curatori, e direttore artistico.


2) Cosa è Leggo Quindi Sono? Come funziona?

Oltre ad essere un premio siamo un’associazione composta da lettori, studenti, insegnanti e librai.
Tre anni fa, guardando le classifica dei libri più letti tra i ragazzi nella fascia di età quindici/diciannove anni, ci siamo accorti che i giovani lettori finiscono quasi sempre a leggere libri troppo simili, quasi sempre pubblicati e tradotti da grandi editori.
Abbiamo pensato allora di offrirgli nuove storie, diverse dalle solite e di coinvolgere autori italiani ed editori indipendenti che forse mai sarebbero finiti nei loro zaini.
 Ogni anno il comitato scientifico (composto da adulti e ragazzi) sceglie cinque titoli editi nell’anno precedente da cinque case editrici, piccole e medie.
Da gennaio a maggio i ragazzi che partecipano al progetto acquistano almeno uno dei libri in concorso e li scambiano per leggerli tutti.
Ogni mese, gli autori e le autrici in gara incontrano i lettori nelle scuole, nella casa circondariale di Foggia, nello spazio live della libreria o negli spazi della città.
 Alla fine del ciclo di incontri, i lettori e le lettrici che abbiano letto tutti i libri in gara si guadagnano la scheda di voto, in una festa del libro nel Palazzetto della Scherma di Foggia i giurati votano e decretano il libro più bello dell’anno.
 A ottobre l’autore e l’editore vincitore vengono invitati di nuovo in città al Teatro Comunale Umberto Giordano per ricevere il Trofeo e il premio di mille euro, offerto dalla Fondazione Banca dei Monti Uniti.
 In queste tre edizioni Leggo Quindi Sono ha coinvolto più di tremila studenti delle scuole Carolina Poerio, Blaise Pascal, Orazio Notarangelo di Foggia, Pietro Giannone di San Marco in Lamis e Gian Tommaso Giordani di Monte Sant’Angelo ed 11 editori: 66th&2nd, Edizioni e/o, Fandango, Hacca, Marcos, NN, Nottetempo, Sellerio, Tunuè, Voland, Watson.


3) Chi ha scelto e perché “Il ritrovo degli inutili” di Paola Camoriano? Parlaci di questo libro.

Molti dei ragazzi che partecipano al concorso seguono con attenzione Tunuè, l’anno scorso al Salone di Torino alcuni di loro erano tra gli stand per conoscere tutte le novità dei piccoli editori per capire quali potessero essere i libri in gara per l’edizione ora in corso, si sono innamorati subito del racconto di Paola Camoriano. Lo hanno letto prima i “piccoli” dei “grandi” e anche noi siamo rimasti colpiti dalla storia di Elettra e dei suoi amici.L’abbiamo scelta perché è un graphic novel che parla la lingua dei ragazzi, racconta i loro sogni, le loro paure ed è ambientato in una provincia come tante, uguale e diversa alle altre. In quei luoghi in cui crescere spaventa un po’ di più, proprio come nella provincia in cui vivono i nostri ragazzi.Ma lo abbiamo scelto, soprattutto, perché lascia un gran bel messaggio, incoraggia a perseguire i propri sogni, ovunque e in qualsiasi condizione, una bella storia sui legami affettivi tra coetanei e coi grandi, un romanzo positivo sul potere salvifico dell’amicizia e sulla fiducia in sé stessi, da singoli e come gruppo.

 

Il Libro:

Posted on

Il Castoro e Tunué si alleano nel mondo del graphic novel

RIVOLUZIONE GRAPHIC NOVEL

In occasione di Tempo di Libri e Cartoomics

Editrice Il Castoro e Tunué annunciano la creazione di un polo innovativo nel mondo del graphic novel, settore strategico che sta compiendo una vera e propria rivoluzione nel mercato editoriale italiano e internazionale

Editrice Il Castoro acquisisce una partecipazione di maggioranza in Tunué:
è l’inizio di un’alleanza 
volta a rafforzare e ridisegnare l’area graphic novel nel mondo editoriale

Milano, 9 marzo 2018 – Il settore del graphic novel sta conoscendo oggi una fase di grande vitalità artistica e culturale e rappresenta un comparto in continua espansione nel mercato editoriale, non solo in Italia. In questo ambito, sempre più complesso e orientato verso grandi aggregazioni, la creazione di sinergie tra visioni e progetti editoriali affini è la strada per portare innovazione culturale e commerciale nei settori strategici di riferimento.

Va in questa direzione l’accordo annunciato oggi tra Tunué ed Editrice Il Castoro che, unendo le rispettive competenze, intendono creare un polo innovativo nel mondo del graphic novel italiano e internazionale. Un nuovo percorso che inizia con l’acquisizione, da parte di Editrice Il Castoro, di una partecipazione di maggioranza in Tunué, nel rispetto della sua autonomia editoriale e commerciale e della compagine aziendale che rimane invariata.

ALLEARSI PER CRESCERE E PORTARE CAMBIAMENTO
Tunué
 potrà contare sull’esperienza, l’apporto economico e finanziario di Editrice Il Castoro per sviluppare e potenziare il proprio progetto editoriale; Editrice Il Castoro potrà contare sulla competenza e la professionalità di un editore che è tra i pionieri più innovativi e vivaci del mercato del fumetto e graphic novel italiano. Il settore del graphic novel, comune alle due case editrici, si amplierà ulteriormente e conterà su un più esteso presidio del settore.

GRAPHIC NOVEL: UN MERCATO IN ESPANSIONE
Il mondo del fumetto e del graphic novel
 è attualmente tra i più innovativi e in trasformazione, e rappresenta circa il 4% del mercato editoriale italiano globale (dati AIE). Tuttavia vive di vita propria, percepito come un settore a parte rispetto al più ampio mondo dei «libri», una distanza alimentata da un pregiudizio culturale che vede nei fumetti un genere di diverso valore e dalla separazione esistente tra i rispettivi canali di vendita.

CREARE UN PONTE TRA FUMETTERIE E LIBRERIE
Fumetterie e librerie
 sono canali commerciali distinti che non dialogano tra loro, pur parlando la stessa lingua. Eppure qualcosa sta cambiando: il graphic novel sta entrando nelle librerie di varia o specializzate con grande forza, e il mondo delle fumetterie sta assistendo a cambiamenti radicali nella veste e nei generi dei loro stessi prodotti.
Questo è il segno di un cambiamento culturale importante che mira a creare un ponte tra due mondi distinti, costruendo un dialogo e una collaborazione attiva di cui l’accordo annunciato oggi tra Editrice Il Castoro e Tunué si rende interprete e fautore.

LE FIERE
Esiste in Italia un ampio panorama di fiere del fumetto e alcune, come Lucca Comics & Games, Napoli Comicon e Romics con  decine di migliaia di visitatori. Un numero molto più consistente delle fiere del libro esistenti nel nostro Paese. L’accordo consentirà a Editrice Il Castoro una presenza capillare dei propri titoli in queste realtà fatte di appassionati che richiedono un rapporto diretto con l’editore, e ai titoli Tunué di essere presenti con ancor maggiore visibilità in fiere del libro a cui Editrice Il Castoro parteciperà, in un rapporto di scambio e promozione vicendevole.

APERTURA AL MERCATO INTERNAZIONALE
La collaborazione tra Editrice Il Castoro e Tunué riguarderà anche il mercato estero, attraverso l’ideazione di progetti editoriali di ampio respirovendita e acquisizione di diritti e la partecipazione a fiere internazionali di riferimento. Gli autori italiani di fumetto e graphic novel in Italia lavorano soprattutto all’estero, richiesti direttamente da editori stranieri in virtù di un mercato in grande crescita. Un potenziale artistico enorme a disposizione di nuovi progetti su cui Tunué ed Editrice Il Castoro si concentreranno.

IL FUMETTO E LA LETTERATURA PER RAGAZZI SI UNISCONO
Da qualche anno, Editrice Il Castoro ha iniziato a orientarsi verso il settore del graphic novel, con la pubblicazione di titoli best seller di autori internazionali e italiani posizionandosi in breve tempo come editore di riferimento per il graphic novel per la fascia 10-13 anni.
Tunué tra i pionieri del mercato editoriale italiano del graphic novel, con «Tipitondi» ha creato la prima collana di graphic novel per lettori junior e young-adult, posizionandosi grazie al loro ampio catalogo e a una intensa produzione tra i più attivi e vivaci editori del mercato italiano.
Insieme, Editrice Il Castoro e Tunué rappresentano ormai una parte significativa del mercato graphic novel per bambini e ragazzi oggi in Italia.

IL RUOLO DELLE SCUOLE
Forte dell’esperienza maturata da TunuéLab, l’accordo tra Tunué ed Editrice Il Castoro si tradurrà anche in un nuovo e rinnovato impegno nei confronti delle scuole  e della formazione, dando vita a progetti ad hoc per portare il linguaggio del fumetto e del graphic novel all’interno dei percorsi formativi ed educativi di piccoli e grandi nelle scuole italiane.

PROFILI case editrici:

Editrice Il Castoro è nata nel 1993 come casa editrice specializzata in libri di cinema. Nel corso degli anni, ha affiancato la pubblicazione di libri per bambini e oggi è il 5° editore nel mercato editoriale ragazzi, 1° editore indipendente per ragazzi in Italia. Tra i successi più noti, la pubblicazione in Italia della serie best seller mondiale Diario di una Schiappa. Editrice Il Castoro è proprietaria della Libreria dei Ragazzi di Milano e di Brescia e, dal gennaio 2017, ha acquisito una partecipazione nelle Edizioni Sonda, dando l’avvio a una progressiva integrazione delle rispettive realtà aziendali.

Tunué, fondata nel 2004, ha contribuito all’affermarsi del graphic novel in Italia, orientandosi sulla qualità delle storie, sull’ideazione di nuove collane e sulla scoperta di talenti italiani e internazionali. Punto di riferimento per il graphic novel dedicato ai lettori junior e young-adult con la collana «Tipitondi», pubblica anche saggistica sulla cultura pop, picture book e narrativa letteraria con la collana «Romanzi» diretta da Vanni Santoni. Un catalogo con oltre 350 titoli ospita autori del calibro di Paco Roca e Shaun Tan, oltre alla serie cult Monster Allergy.

LE NOSTRE DICHIARAZIONI:

 >L’accordo secondo EDITRICE IL CASTORO:

«Nel mercato attuale è importante crescere con progetti ambiziosi e coerenti. Il Castoro e Tunué sapranno rafforzarsi nel mondo del graphic novel sia dal punto di vista commerciale sia in ambito editoriale. È con grande entusiasmo che cominciamo questo percorso insieme.» Renata Gorgani, Direttrice Editoriale Editrice Il Castoro

«Ci auguriamo che l’unione di due eccellenze del mondo del graphic novel per ragazzi possa spalancare le porte di questo genere a nuovi lettori. È importante che genitori e insegnanti comprendano la qualità e la profondità di questo linguaggio.» Pico Floridi – Presidente Editrice Il Castoro

>L’accordo secondo TUNUÉ:

«Guardiamo al futuro con la serenità di poter continuare a osare.» Emanuele Di Giorgi, Amministratore Delegato Tunué

«Fare editoria è una questione di scelte e momenti: cosa e quando pubblicare. Ma anche crescere da soli o condividere una visione in comune. Il Castoro e Tunué si sono incontrati, hanno condiviso esperienze e competenze, hanno scelto di raccontare storie insieme, e ora renderanno patrimonio comune questa visione.» Massimiliano Clemente, Direttore editoriale Tunué

«Quando abbiamo scoperto di avere la stessa visione nel fare editoria la rotta era già tracciata, del resto ho sempre creduto nel gioco di squadra.» Marco Ruffo Bernardini, Direttore commerciale Tunué

Per informazioni:
Silvia Bellucci – Ufficio stampa Tunué | Tel. 077.3661760 | Cell. 346.1561637 | ufficiostampa@tunue.com
Paola Malgrati – Ufficio stampa Editrice Il Castoro | T. 02.29513529 | Cell. 348.8541450 | ufficio.stampa@castoro-on-line.it

www.tunue.com

Facebook|Twitter|Instagram

Materiali da scaricare
Foto Tunué
Foto Editrice Il Castoro
Loghi
Comunicato stampa