Posted on

“Gherd. La ragazza della nebbia” sold out al Lucca Comics&Games 2019 e presto in America

Per chi ha amato Storie della buonanotte per bambine ribelli, 100 vite di donne straordinarie, Mulan e Kung Fu Panda questo è di certo un volume imperdibile. A Lucca Comics&Games è piaciuto così tanto da andare…sold out!
Volete leggerlo anche voi? Lo trovate su questo sito, in tutte le librerie e sulle piattaforme e-commerce.

E tenetevi pronti, di Gherd uscirà prestissimo anche la versione americana: Gert and the Sacred Stones per Dark Horse Comics.

Sinossi

Gherd è una ragazzina che vive in un villaggio ricoperto da una fitta nebbia, assediato da enormi e feroci creature che spesso attaccano il suo popolo. Dopo la perdita dei suoi genitori ha come unico obiettivo quello di far parte del gruppo di combattenti, per vendicarsi della bestia che l’ha resa orfana.
Ma l’attività di guerriero le è preclusa poiché è una ragazza.
Gherd riesce a partecipare clandestinamente alla missione di iniziazione, qui conoscerà Atheis, un giovane monaco Molkhog che le farà scoprire cose inattese e le rivelerà segreti sul suo passato. Gherd cambierà il suo destino.

Posted on

Sono uscite le nomination per il premio Boscarato del Treviso Comic Book Festival 2019

Abbiamo fatto un salto quando abbiamo letto che “Grand Hotel Abisso” di Marcos Prior e David Rubin, definito «la versione 4.0 della pop art di Andy Warhol» da Stefano Feltri de Il Fatto quotidiano, è in lizza nella categoria Miglior fumetto straniero. E ben due Tipitondi sono candidati come Miglior fumetto per bambini/ragazzi: “Gherd. La ragazza della nebbia” di Marco Rocchi e Francesca Carità, «una metafora del rapporto con l’ignoto, con la nebbia del mondo» secondo Gabriele Di Donfrancesco de La Repubblica e “Daisy” di Marco Barretta e Lorenza Di Sepio, «una favola sempre attuale che merita di esser letta sia dai grandi che dai piccini». Ma non solo! Tunué concorre come Migliore realtà editoriale italiana.

Siamo felicissimi di ricevere questa notizia proprio nell’anno in cui compiamo 15 anni.
Non vediamo l’ora che inizi il Treviso Comic Book Festival!

Posted on

Tunué week | Tutti gli eventi dal 17 al 24 aprile

LUNEDì 15 APRILE | CIRCOLO DEI LETTORI (Via Giambattista Bogino, 9)| TORINO | Ore 18:00

Presentazione de Le sfide dei campioni di e con Federico Vergari. Interviene Marco Pautasso, Salone del libro. In collaborazione con la libreria Luxemburg.

MERCOLEDì 17 APRILE | HOTEL EUROPA (Via Emanuele Filiberto 14)| LATINA | Ore 18:30

Presentazione de Le sfide dei campioni di e con Federico Vergari. Interviene l’editore Emanuele Di Giorgi, Valerio Catoia, uno dei campioni protagonisti del libro, Leonardo Valle, General Manager Plastex.Modera il giornalista Fabio Benvenuti.


MERCOLEDì 17 APRILE | LIBRERIA ROMA-UBIK (Via della Misericordia 18)| PONTEDERA | Ore 17:00

Presentazione di Gherd. La ragazza della nebbia di Marco Rocchi Francesca Carità.


MERCOLEDì 17 APRILE | LIBRERIA FELTRINELLI (Via Cavour 133)| PALERMO | Ore 18:00

Presentazione del graphic novel Myrna e il tocco della morte di e con Sergio Algozzino e Deborah Allo. Interviene Salvo Di Marco.

Per tutti i partecipanti in regalo, il segnalibro ispirato a Myrna.

Posted on

Gherd. La ragazza della nebbia | Intervista a Marco Rocchi e Francesca Carità

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_row _builder_version=”3.0.48″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.19.18″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”]

Gherd. La ragazza della nebbia

Marco Rocchi e Francesca Carità

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row custom_padding=”27px|0px|0|0px|false|false” _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.18″]

Gherd. La ragazza della nebbia di Marco Rocchi e Francesca Carità ci ha conquistato per la sua storia e le sue tematiche: emancipazione, ecologia, rispetto, passione, determinazione, amore per la natura fanno di questo graphic novel un insegnamento per grandi e piccini.

Gli autori ce lo hanno raccontato in questa intervista.

Buona lettura!

 

[/et_pb_text][et_pb_divider _builder_version=”3.19.4″][/et_pb_divider][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.4″]

Cosa ha ispirato questo libro?

Dopo aver creato Le due metà della Luna ci siamo trovati entrambi con la voglia di scrivere un’avventura. Non sapevamo se fantasy o post-apocalittica, quello che ci premeva di più è che ci fosse tanta azione, un mondo nuovo da pensare e disegnare, un rito di passaggio che vedesse i prescelti di due fazioni diverse incontrarsi e collaborare, creature magiche, tanti sfondi naturalistici e spunti fra il vichingo e il medievale.
Ma ciò che veramente ha deciso e ispirato gli eventi e la storia di Gherd è stato quando una mattina, svegliati molto presto, abbiamo ritrovato tutta la vista dalla finestra di casa nostra ricoperta da un fitto strato di nebbia, dalla quale uscivano solo architetture più alte e le cime dei monti.

Perché avete deciso di raccontare questa storia?

Volevamo entrambi divertirci sbizzarrendoci nella creazione di un mondo magico che fosse interessante da disegnare. 
Poi è nato il personaggio di Gherd, che ha sgomitato entrando in questa storia, dandogli un carattere di autodeterminazione molto forte. 
Siamo dell’idea che manchino nei fumetti e nel mondo dell’intrattenimento in generale delle protagoniste femminili in cui immedesimarsi. Quello che ci premeva era dare un modello femminile che potesse coinvolgere sia un bambino che una bambina.

Quali sono i vostri punti di riferimento artistici?

Sicuramente per entrambi i film di animazione dello studio Ghibli sono un forte punto di riferimento sia per l’estetica che per il tipo di narrazione.
Francesca, per i disegni di questo fumetto, ha trovato molta ispirazione a livello grafico in alcuni dei suoi fumetti e artisti preferiti: “Head Lopper” (Andrew Maclean), in “Kairos” e “Jade” (Ulysses Malassagne), “Atlas e Axis” (Pau), “Brigada” (Fernandez), “Junky” (Guillame Singeling), Alexandre Diboine
Ma anche in film e cartoni animati come “Dragon Trainer“, “Steven Universe” e “Adventure Time“, i quali sfondi sono stati di immensa ispirazione per lei.
Infine la pettinatura di Gherd è un omaggio a “Nimona“, altro riferimento artistico molto importante per tutti e due.

[/et_pb_text][et_pb_text _builder_version=”3.19.4″][/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row _builder_version=”3.19.15″][et_pb_column type=”1_2″ _builder_version=”3.19.15″][et_pb_image src=”https://www.tunue.com/wp-content/uploads/2019/03/marco_rocchi.png” url=”https://www.tunue.com/categoria-prodotto/home/autori/marco-rocchi/” _builder_version=”3.19.18″][/et_pb_image][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_2″ _builder_version=”3.19.15″][et_pb_image src=”https://www.tunue.com/wp-content/uploads/2019/03/francescacarita_Francesca-300×300.jpg” url=”https://www.tunue.com/categoria-prodotto/home/autori/francesca-carita/” _builder_version=”3.19.18″][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row custom_padding=”27px|0px|31px|4px|false|false” _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.4″]

Parlateci della vostra formazione…

Abbiamo entrambi una formazione scientifica. Marco ha voluto approfondirla fin quasi a laurearsi in ingegneria per poi però capire la sua vera vocazione e si è quindi iscritto al corso di fumetto della Scuola di Comics di Firenze. 
L’anno dopo Francesca, fresca di liceo, si è iscritta alla stessa scuola, sempre al corso di fumetto.
Dopo averla conclusa entrambi, Francesca ha approfondito e studia tutt’ora da autodidatta e seguendo corsi online quali Schoolism.

Raccontateci dove lavorate e come…

Viviamo insieme e abbiamo in casa una stanza che è adibita a studio per entrambi, quindi ci piace lavorare principalmente lì. Per quanto riguarda invece la parte di creazione e sviluppo delle nostre storie ci capita molto spesso di discuterne e avere le idee migliori quando siamo in viaggio, trascrivendole o registrandole per non dimenticarle.
Il nostro metodo di lavoro è simile a una catena di montaggio: a monte creiamo insieme la storia, poi Marco si occupa di sceneggiarla ma anche di produrre una bozza di storyboard e layout ad ogni pagina, che Francesca riporta in un’altra bozza ma più comprensibile. Arrivati ad avere davanti tutta la storia partiamo con il realizzarla in bella. Così Francesca realizza le matite e gli inchiostri con metodi tradizionali e poi colora il tutto a computer (facendosi spesso aiutare da Marco per i flat).

Cosa vi piacerebbe trasmettere al lettore?

Vorremmo dare ai nostri lettori la spinta per reagire alle situazioni avverse e far trovare la forza di essere loro stessi tramite il valore dell’amicizia e dell’accettazione fra popoli e punti di vista diversi.
In tutto questo speriamo anche di trasmettere l’adrenalina che solo le storie di avventura possono regalare.

 

Questo libro è per…

(Per chi ama) avventurarsi in mondi meravigliosi e per chi vuole decidere da solo chi e come vuole essere, grande o bambino che sia.

 

 

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.15″][et_pb_row _builder_version=”3.19.15″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.15″][et_pb_image src=”https://www.tunue.com/wp-content/uploads/2019/03/gherd_cover_ISBN_500w-1.jpg” url=”https://www.tunue.com/prodotto/gherd-la-ragazza-della-nebbia-marco-rocchi-e-francesca-carita/” align=”center” _builder_version=”3.19.18″][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Posted on

Making of | Come nasce una copertina | Gherd. La ragazza della nebbia

“Gherd, la ragazza della nebbia” è una storia fantasy che parla di crescita, della ricerca del proprio spazio nel mondo e di integrazione e collaborazione fra popoli molto diversi.

Per questo motivo abbiamo deciso di dare alla copertina un’impronta epica che riprendesse, nella composizione, le locandine cinematografiche di grandi classici quali “Star Wars” e “Il Signore degli anelli.”

Vengono così mostrati tutti i personaggi principali della storia, schierati per la fazione a cui appartengono. 

Al centro in alto, viene mostrata nella sua imponenza una grossa creatura, divinità antica del loro mondo.

In contrapposizione a questa c’è però Gherd, che pur essendo solo una ragazzina al cospetto di forze molto più grande di lei, si prende il suo spazio con un atteggiamento determinato insieme a puc, suo inseparabile compagno di avventure.

È così lei il fulcro di tutta la copertina, il punto focale su cui cade subito l’attenzione.

Quando abbiamo iniziato a scrivere questa storia avevamo molte possibili idee per la mente, sul suo svolgimento e sul contesto giusto in cui ambientarla. Quello che non è mai cambiato durante tutto il percorso che ha portato alla stesura definitiva è proprio Gherd: una protagonista forte che vuole svincolarsi dalle regole per crearsi una propria identità e per proteggere, a modo suo, quelli a cui vuole bene.

A fare da sfondo ai personaggi c’è poi una fitta nebbia, che è sia setting che motore della storia. Tutto il mondo ne è ricoperto da tempi immemori, tanto da costringere i suoi abitanti a vivere solo in alcune zone che ne sono meno avvolte. È una situazione oppressiva che alcuni cercano di risolvere e a cui altri si sono invece arresi.

Marco Rocchi e Francesca Carità