Posted on

Tunué week | Tutti gli eventi dal 17 al 24 aprile

LUNEDì 15 APRILE | CIRCOLO DEI LETTORI (Via Giambattista Bogino, 9)| TORINO | Ore 18:00

Presentazione de Le sfide dei campioni di e con Federico Vergari. Interviene Marco Pautasso, Salone del libro. In collaborazione con la libreria Luxemburg.

MERCOLEDì 17 APRILE | HOTEL EUROPA (Via Emanuele Filiberto 14)| LATINA | Ore 18:30

Presentazione de Le sfide dei campioni di e con Federico Vergari. Interviene l’editore Emanuele Di Giorgi, Valerio Catoia, uno dei campioni protagonisti del libro, Leonardo Valle, General Manager Plastex.Modera il giornalista Fabio Benvenuti.


MERCOLEDì 17 APRILE | LIBRERIA ROMA-UBIK (Via della Misericordia 18)| PONTEDERA | Ore 17:00

Presentazione di Gherd. La ragazza della nebbia di Marco Rocchi Francesca Carità.


MERCOLEDì 17 APRILE | LIBRERIA FELTRINELLI (Via Cavour 133)| PALERMO | Ore 18:00

Presentazione del graphic novel Myrna e il tocco della morte di e con Sergio Algozzino e Deborah Allo. Interviene Salvo Di Marco.

Per tutti i partecipanti in regalo, il segnalibro ispirato a Myrna.

Posted on

Myrna e il tocco della morte | Intervista a Sergio Algozzino e Deborah Allo

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_row _builder_version=”3.0.48″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.19.18″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”]

Myrna e il tocco della morte

Sergio Algozzino e Deborah Allo

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row custom_padding=”27px|0px|0|0px|false|false” _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.18″]

Una storia che riflette sul tema della diversità, giallo dai toni cupi secondo l’ispirazione del miglior Tim Burton. Myrna e il tocco della morte intriga, appassiona e lascia i lettori con il fiato sospeso fino al sorprendente scioglimento della trama.

Come è nata questa storia? Quali sono i dietro le quinte della sua creazione?

Sergio Algozzino e Deborah Allo ce lo hanno raccontato. 

Buona lettura!

 

[/et_pb_text][et_pb_divider _builder_version=”3.19.4″][/et_pb_divider][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.4″]

Cosa ha ispirato questo libro?

Sergio: Più o meno le stesse riflessioni che mi avevano portato al Piccolo Caronte. Sono infatti due libri collegati, non dalla storia né dall’ambiente o dai personaggi, ma possiedono la stessa atmosfera cupa e la stessa voglia di raccontare alcuni disagi dell’umanità.

So che a riassumerla così rischio di sembrare estremamente presuntuoso, non ho alcuna pretesa di cambiare la vita a nessuno e il mio scopo è solo quello di buttare su carta diverse idee accomunate dallo stesso approccio narrativo.

Inoltre, sia Mono (dal Piccolo Caronte) che Myrna sono volutamente in una fase di crescita e maturazione, pronti per crescere in base alle rivelazioni che incontreranno sul loro percorso. Se nel Piccolo Caronte il focus principale era la responsabilità in questo caso è invece il diverso, qualcosa che è stato raccontato in tutti i modi possibili e immaginabili e che se dovessi riassumere in alcune opere fondamentali legate a questa storia direi: Freaks, Elephant Man, Edward mani di forbice e gli X-Men di Claremont e Byrne. Nonostante tutto, ho cercato anche stavolta di dare la mia personale visione dell’argomento, quindi non li considero riferimenti narrativi ma soltanto emotivi.

Perché avete deciso di raccontare questa storia?

Deborah: Quando Sergio mi ha fatto leggere il soggetto della storia, ne sono stata molto felice. Tutto ciò che è magico, floreale e ombroso allo stesso tempo mi ha sempre affascinato, per cui non potevo rifiutare la collaborazione!

Sergio: Perché amo la letteratura gotica e ho sempre scritto storielle del genere senza però disegnarle da professionista, preferendo per mia indole pagine più quotidiane, più intimiste. Deborah ha un segno fantastico, che si sposa perfettamente con questa visione che non deve essere mai troppo realistica e ho quindi avuto la fortuna di potere pubblicare due di quelle storielle. Magari ne scrivo una terza.

Quali sono i temi principali della storia e i legami che hanno con la realtà di oggi?

Sergio: Come detto, in questo caso il tema è il diverso. E sembra fatto apposta visti questi durissimi giorni di intolleranza cronica e dilagante, ma ahimè non è che quando se ne parli di meno il problema non sussista. Purtroppo l’essere umano è davvero un animale, senza offesa per nessuno, è solo la biologia a parlare.

Deborah:  Sicuramente quella del “diverso” è una tematica che emerge nella storia e purtroppo ancora oggi si ha paura spesso delle parti “freak” che risiedono in ognuno di noi. La parte che Jung definisce “Ombra” è una sorta di coinquilino nascosto che a volte è ben evidente, conferendo saggezza e raffinatezza di pensiero, e altre volte no. Spesso, invece, chi si nasconde dietro una facciata e sfoggia tutto il suo potere e la sua fortuna, è proprio chi ha un’ombra così ingombrante che preferisce ignorare!

Quali sono i vostri punti di riferimento artistici?

Sergio: Non ci penso più. Amo tante, troppe cose, ma devo ormai necessariamente guardarle dall’esterno per non esserne malamente influenzato.

Deborah: Mi piacciono da impazzire le illustrazioni del folklore russo e simili. Il mio artista preferito rimane Kay Nielsen, ma imparo molto anche dai film di animazione stop-motion della Laika. Tuttavia, il mio punto di riferimento principale rimane la natura.

Raccontateci dove lavorate e come…

Deborah: Questa è la mia postazione di lavoro, accompagnata da buona musica, candele profumate e i gatti che ogni tanto vengono a curiosare 🙂

[/et_pb_text][et_pb_text _builder_version=”3.19.4″][/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”3.19.18″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.18″][et_pb_image src=”https://www.tunue.com/wp-content/uploads/2019/03/Myrna-2.jpg” _builder_version=”3.19.18″ max_width=”68%” module_alignment=”center”][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.18″][et_pb_row _builder_version=”3.19.18″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.18″][et_pb_image src=”https://www.tunue.com/wp-content/uploads/2019/03/Myrna.jpg” _builder_version=”3.19.18″ max_width=”25%” module_alignment=”center”][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″ custom_padding=”13px|0px|13px|0px|false|false”][et_pb_row custom_padding=”28px|0px|31px|4px|false|false” _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.4″]

Sergio:  Casa. Amo lavorare in compagnia quando posso ma a seconda delle fasi lavorative (disegnare e colorare sì, scrivere no). Se scrivo devo annullare tutto, niente musica, niente di niente. Spesso scrivo sul letto o in quei posti che mentre disegno mi sono generalmente esclusi (anche nelle attese fuori casa).

Parlateci della vostra formazione…

Sergio: La faccio breve: Liceo Artistico, Scenografia, autodidatta ed eccomi qua.

DeborahMia mamma mi dice sempre che ho iniziato a tenere la matita in mano prima di iniziare a camminare. Dopo le scuole medie, ho scelto l’istituto d’arte di Giarre, che ora è diventato liceo, e, una volta diplomata, ho frequentato la Scuola del Fumetto di Palermo. Posso dire, però, che non si finisce mai di imparare. Per l’arte, così come per la vita in sé, la vera scuola la facciamo noi con la nostra voglia di conoscere e di migliorare giorno per giorno.

Cosa vi piacerebbe trasmettere al lettore?

Deborah: Non saprei, credo più sensazioni possibili e sempre diverse… quindi, sì! Sarei felice se il libro venisse percepito con mille sfumature!

Sergio: Un pochino di tolleranza, ma so già che questo libro lo leggerà chi ne avrà una certa dose, quindi alla fine non credo che insegnerò nulla.

Questo libro è per…

Sergio: Leggere qualcosa di non troppo scemo, almeno credo. Ma non che le cose sceme siano sceme, al contrario sono molto spesso le cose non sceme a esserlo. Vabbè, forse ci siamo capiti. Scusatemi, è che sono scemo.

Deborah: … imparare ad accettarsi!

 

 

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.15″][et_pb_row _builder_version=”3.19.15″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.15″][et_pb_image src=”https://www.tunue.com/wp-content/uploads/2019/03/myrna_cover_ISBN_500w.jpg” url=”https://www.tunue.com/prodotto/myrna-e-il-tocco-della-morte-sergio-algozzino-e-deborah-allo/” align=”center” _builder_version=”3.19.18″][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.19.4″][et_pb_row _builder_version=”3.19.4″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.19.4″][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Posted on

Tunué a Palermo Comic Convention

Tunué a Palermo Comic Convention

Dal 22 al 24 al settembre saremo con il nostro stand al Palermo Comic Convention, il Salone Internazionale del Fumetto, Games, Cinema e New Media che, giunto ormai alla sua terza edizione, si conferma come uno dei principali eventi italiani dedicati alla Pop Culture.

Nel corso di questa effervescente tre giorni potrete sfogliare tutti i titoli del catalogo, conoscere le nostre novità e, dulcis in fundo, incontrare Deborah Allo, che vi aspetta sabato e domenica per dedicare e firmare le copie de Il piccolo Caronte:

Caronte, il traghettatore di anime, sparisce. Al suo posto arriva il piccolo Mono, suo figlio. Un bambino che non ha per niente voglia di sostituire il padre assumersi una tale responsabilità. Un bambino che va incontro al suo destino viaggiando e conoscendo personaggi capaci di fornirgli la sicurezza necessaria per un incarico così importante.

Ecco, nello specifico, le uscite di settembre che vi consigliamo di non lasciarvi sfuggire:

Novità

Alberto ha passato la vita con le spalle felicemente ricurve sui tasti di un pianoforte o con il corpo e la mente volti a Giulia, la donna solitaria dallo sguardo triste, e dalla grazia ipnotica, che ha amato senza riserve. Dopo la sua morte, Alberto viene inghiottito da un’assenza che si trasforma in un viaggio onirico e surreale nelle stanze della mente. È qui che il bisogno, e allo stesso tempo l’incapacità di suonare ancora, dà forma a una serie d’immagini dove lo spettro dell’arte, insieme a quello della donna, aleggia nelle stanze di musei vuoti, tra le nuvole di cieli lividi, e negli spazi bui di foreste fitte e spettrali, costringendolo a fare i conti con lo smarrimento totale del sé. Luca Russo torna con un’opera ammaliante e di sorprendente forza pittorica, dove il tremore, e lo strazio per ciò che è perduto, anima ogni parola e ogni nota di colore.

Continue reading Tunué a Palermo Comic Convention

Posted on

TBCF I Le nomination Tunué al Premio Boscarato 2017

Come ogni anno, in occasione del Treviso Comic Book Festival – che si terrà dal 21 al 24 settembre – verranno assegnati i Premi Carlo Boscarato. I vincitori  saranno scelti da una giuria di giornalisti del settore, tra una lista di candidati che è stata da poco resa nota e che, lo diciamo con enorme felicità, ci vede in corsa all’interno di ben cinque categorie:

MIGLIOR FUMETTO STRANIERO
Rovine di Peter Kuper

Le nomination Tunué al Premio Boscarato 2017

Un vero e proprio romanzo a fumetti. Denso, carico di significazione. Il caso che può condizionare l’esistenza, come il volo di una farfalla.
Rovine di Peter Kuper è la storia di Samantha e George e della loro scelta
di vivere un anno sabbatico in Messico, a Oaxaca. Un nuovo mondo dove la coppia proverà a riscoprire se stessa e la singolarità, dopo anni di relazione venuta meno.
Nel momento in cui il loro aereo decolla, una farfalla monarca inizia la sua annuale migrazione dal sud del Canada al Messico, disegnando così una narrazione parallela in grado di produrre analogie e metafore della vicenda di Samantha e George.

MIGLIOR SCENEGGIATORE ITALIANO
Giorgio Salati su Brina

MIGLIOR FUMETTO PER BAMBINI/RAGAZZI

Le nomination Tunué al Premio Boscarato 2017

Brina, gatta di città, si trasferisce in montagna con i padroni per una vacanza estiva. Qui fa la conoscenza di alcuni randagi che si fanno chiamare “La Banda del Sole Felino”. I nuovi amici la convincono a scappare e diventare una gatta libera. Ma se le scorribande nel bosco renderanno Brina consapevole di uno stile di vita e un’emancipazione e che non conosceva, dall’altra parte getteranno nel panico i due giovani padroni, che non accettano di perdere quella che per loro è una componente fondamentale della famiglia.
Dedicando una sofisticata attenzione ai sentimenti umani e felini, Salati e Cornia riescono a inquadrare il tema del difficile equilibrio tra proteggere quelli che amiamo e lasciar loro la libertà di fare errori, e cavarsela.

MIGLIOR REALTA’ EDITORIALE ITALIANA
Tunué

MIGLIOR COLORISTA
Deborah Allo su Il Piccolo Caronte

Le nomination Tunué al Premio Boscarato 2017

Caronte sparisce improvvisamente.
A riempire il suo posto lasciato vacante, e assumere la funzione di traghettatore di anime viene chiamato il piccolo Mono, che non ha per niente voglia di sostituire il padre e assumersi una tale responsabilità.
Caronte ha fatto la storia, ma Mono sarà all’altezza del suo compito?
Riuscirà alla fine a traghettare la prima anima?

 

Posted on

Etna Comics 2017: tutti gli autori Tunué

Etna Comics 2017

Il Festival del fumetto a Catania è alle porte.
Vi presentiamo tutti gli autori Tunué a Etna Comics 2017, presenti a stand e protagonisti di eventi e laboratori dedicati.

Dal 1 al 4 giugno la Brigada Tunué invaderà la città siciliana che ospiterà per quattro giorni case editrici e autori che ogni giorno vivono di matite, acquerelli, storie e vignette. Tra gli ospiti della fiera ci saranno anche gli autori Tunué a Etna Comics 2017: tanti, tutti importanti e pieni di entusiasmo nel portare i loro capolavori nella soleggiata isola. Sketcheranno, firmeranno copie e parleranno dei loro progetti futuri.
Non vi resta che prendere carta e penna, segnare i titoli di cui vi innamorerete e annotare i giorni degli autori a stand.

gli autori Tunué a Etna Comics 2017

ORARI AUTORI A ETNA COMICS

Tony Sandoval
GIO:  dalle 15 alle 18
VEN: dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 16
SAB:  dalle 12 alle 14 e dalle 16 alle 19
DOM: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18
Deborah Allo
GIO: dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
VEN: dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
SAB: dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
DOM: dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
Christian Cornia
GIO: dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 17
VEN: dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 16
SAB: dalle 10 alle 11
Grazia La Padula
VEN: dalle 17 alle 19
SAB: dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18
DOM:  dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 17
Lorenzo Magalotti
SAB:  dalle 10 alle 12
DOM: dalle 10 alle 12
Antonio Recupero
GIO: dalle 10  alle 20
VEN: dalle 10 alle 20
SAB: dalle 10 alle 20
DOM: dalle 10 alle 20
Marco Rizzo
DOM: dalle 11 alle 12:30
Giorgio Salati
VEN: dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 16
SAB: dalle 10 alle 11
Bartolomé Seguì
GIO: dalle 17 alle 19
VEN: dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 16
SAB: dalle 12 alle 14 e dalle 17 alle 19
DOM: dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 15

AUTORI E LIBRI TUNUÉ

Tony Sandoval  –  Appuntamento a Phoenix, Mille Tempeste, Il cadavere e il sofà, Watersnakes, Doomboy, Echi invisibili, Oltre il muro, Nocturno
Sergio Algozzino  – Il piccolo Caronte, Storie di un’attesa, Memorie a 8bit, Dieci giorni da Beatle
Deborah Allo  – Il Piccolo Caronte
Christian Cornia  –  Brina
Grazia La Padula – Giardino d’inverno, Echi invisibili
Lorenzo Magalotti The moneyman
Antonio Recupero  – Dorando PietriNon C’è Trucco
Marco Rizzo  – The passenger 
Giorgio Salati  –  Brina
Bartolomé Seguì  – Storie del Barrio

Per rimanere aggiornati su tutte le nostre attività:
Tunué a Etna Comics 2017 I Festival del fumetto e della cultura pop
Tony Sandoval a Etna Comics 2017