Posted on

Octave dal 14 luglio in libreria!

Il 14 luglio torna in una pregiata e attesa ristampa Octave, lo storico volume che ha dato il via, nel 2010, alla collana Tipitondi, col tempo divenuta un vero punto di riferimento in Italia nell’ambito delle letture per ragazzi.
Scritta da David Chauvel e disegnata da Alfred, uno dei più talentuosi autori di fumetto francesi e vincitore del premio Angoulême nel 2007, l’opera è una vivace parabola sul superamento delle proprie paure, e racconta appunto di Octave, bambino che vive con la mamma sulla costa di fronte l’oceano pur odiando il mare. Ma, quando la situazione lo richiede, tirerà fuori il coraggio e volerà in soccorso di una balenalotterà contro la pesca abusiva, aiuterà un pinguino a ritrovare la via di casa e salverà il papà di un piccolo di sula, tenuto prigioniero in un parco marino.

Il testo è una versione integrale che raccoglie i quattro capitoli originali, e oltre a uscire vincitore al Treviso Comic Book Festival del 2011, si è aggiudicato lo stesso anno anche il Premio Romics nella categoria Miglior libro di scuola europea. Una favola efficacissima nel raccontare il processo di maturazione di un giovane uomo, che torna nelle librerie – con la preziosa traduzione di Andrea Cresti e lo splendido lavoro del colorista Walter –  per celebrare e al contempo consolidare una delle iniziative editoriali di maggior successo in Italia. L’opera è già in preordine sul nostro store, e cliccando sulla copertina in basso potete accedere per acquistarla!

octave_ristampa_montata_STORE

Posted on

Speciale d’Autore: Enrique Fernández

Enrique_Fernandez_vinetista

Enrique Fernández nasce a Hospitalet de Llobregat (Spagna) nel 1975.
Nel 1995, dopo aver visto il lungometraggio della Disney Pocahontas, decide di iscriversi ad un corso di animazione lavorando poi in diverse case di produzione.
Nel 2012 esce in Italia Il Mago di Oz, l’adattamento a fumetti del romanzo di Frank Baum è scritto da David Chauvel.
Successivamente viene dato alle stampe in Italia L’isola senza sorriso: una fiaba travolgente, frutto di una sfrenata passione per l’animazione mondiale (da Disney allo Studio Ghibli di Miyazaki)
Altra opera pubblicata per la collana young adult Tipitondi è Aurore, la storia narra di una bambina che per recuperare la vita precedente, si metterà alla ricerca di una magica canzone.
A seguire, esce I racconti dell’Era del Cobraaltra travolgente opera in cui vediamo i protagonisti Irvi e Maluuk, architettare un piano per liberare la popolazione dalla dittatura del malvagio Cobra.
Nel 2012, grazie ad una attiva campagna di crowdfunding, riesce ad ottenere 50.000 euro per la stampa del suo progetto Brigada, disponibile in due volumi.

 

oz_cover_HR

isola_cover_HR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cobra_cover_HRaurore_cover_HR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

brigada1_cover_HR

brigada2_cover_HR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posted on

Ci vediamo ad Angoulême

In questi giorni in redazione c’è fermento più che mai, alcuni di noi stanno facendo il conto alla rovescia nonché la valigia, per partire alla volta di Angoulême, piccolo paesino della Francia sud-occidentale che ospita un grande festival del fumetto, il Festival international de la bande dessinée d’Angoulême, il primo in Europa per importanza e tra i primi su scala mondiale.

Sembra ieri quando incontrammo David Chauvel, al quale, assieme a Alfred e Walter dobbiamo il nostro primo numero della collana per ragazzi TipitondiOctave, la tenerissima storia di un bambino che vive con la mamma sulla costa di fronte l’oceano, ma odia il mare e il solo pensiero di immergere un piede nell’acqua salata lo fa rabbrividire. Quando la situazione lo richiederà, tuttavia, tirerà fuori il coraggio e volerà in soccorso di una balena; lotterà contro la pesca abusiva; aiuterà un pinguino a ritrovare la via di casa e salverà il papà di un piccolo di sula tenuto prigioniero in un parco marino…

octave_cavalca_gabbiano

Angoulême rappresenta una parte fondamentale degli appuntamenti incentrati sul mondo del fumetto che si svolgono durante l’anno. Il festival è stato istituito nel 1974, inizia l’ultima settimana di gennaio per quattro giorni consecutivi durante i quali vengono assegnati diversi premi: fra questi il più ambito è sicuramente il Grand Prix de la Ville d’Angoulême. Al vincitore spetta il titolo di direttore artistico del Festival dell’anno successivo, e l’anno scorso se lo è aggiudicato lo statunitense Bill Watterson, famosissimo creatore della striscia Calvin & Hobbes. Tra gli altri riconoscimenti troviamo Le Fauve d’Or per il miglior fumetto (Le Fauve è l’amatissima mascotte dell’evento, un gattino stilizzato dal muso bianco e dal corpo nero); l’Essentiel Révélatio per la rivelazione dell’anno, l’Essentiel Patrimoine per la migliore riedizione e infine il premio per il miglior fumetto alternativo, il Prix de la bande dessinée alternative, deciso da una giuria dedicata.

Chi è già stato a Lucca per il Lucca Comics & Games troverà familiarità con l’organizzazione: grandi tendoni si ergono nelle piazze che si aprono lunghe le vie del paese, dove gli edifici storici ospitano importanti mostre.
Tra i muri della città numerosi sono quelli illustrati dagli autori delle edizioni precedenti, che ne hanno cambiato il volto rendendola davvero il simbolo della Bd (Bande Dessinée). Potevamo mancare? Ovviamente no!

Chissà quali incontri, personaggi, occasioni ma soprattutto fumetti ci attendono per questo 2015…
Vi lasciamo nel dolce dubbio e intanto oggi partiamo! Au revoir!

Posted on

Angouleme: Alfred vince di nuovo il premio per il Migliore album

pierre_web

Lionel Papagalli, in arte Alfred, indiscutibilmente una pietra miliare del fumetto internazionale, si aggiudica il Prix De Meilleur Album, per la 41° edizione del Festival Internazionale del Fumetto di Angouleme. Premio ambitissimo, che il suo ultimo graphic novel Come Prima, edito in Francia dalla celebre casa editrice Delcourt, ha saputo aggiudicarsi grazie alla commovente storia on the road di due fratelli che intraprendono un viaggio nell’Italia degli anni ’60, in seguito alla morte del padre.

Lo stile narrativo dal sapore toccante e di profondo dolore proprio dell’autore francese sorprende ancora una volta il pubblico e la giuria del festival che già nel 2007 aveva conferito il Prix du public ed il Prix essentiel a Perché ho ucciso Pierre, un graphic novel dal grande coraggio in cui il racconto autobiografico dello sceneggiatore Oliver Ka si completa dei disegni di Alfred, che ha saputo splendidamente tradurre una storia tanto amara in fumetto.

Perché ho ucciso Pierre Non morirò da preda Napoli, sguardi d’autore Octave. L'integrale  La disperazione della scimmia

Per l’occasione tutti i titoli di Alfred sono venduti con 15% di sconto sullo store Tunué

 

Le stesse ambientazioni drammatiche ritornano in La disperazione della scimmia, una storia d’amore appassionante, sullo sfondo della rivoluzione civile, simbolo di un desiderio difficilmente raggiungibile, e in Non morirò da preda, il graphic novel, dallo stile sobrio e lineare, in cui Alfred  penetra la mente del protagonista, descrivendo, in un tragico episodio, le ragioni che spingono un adolescente ad esplodere con tanta violenza.

Storie da leggere tutte d’un fiato, storie che lasciano assorti, storie complesse, travolgenti. Non sufficienti però per descrivere il suo tratto eclettico, eterogeneo. L’autore, infatti, anche grazie alle influenze dell’Atelier flambant neuf, luogo di lavoro gremito di graphic designer ed illustratori, ha sviluppato la forte versatilità da cui è nato poi Napoli, sguardi d’autore, edito da Tunué in collaborazione con Dargaud e Comicon. Il reportage collettivo sulla città italiana di AlfredBastien Vivès, Anne Simon e Mathieu Sapin che hanno soggiornato a Napoli, ospiti del Comicon tra il 2008 e il 2009.

Chiudiamo la carrellata sulle opere di Alfred pubblicate in Italia dalla Tunué con il primo numero della collana Tipitondi, Octave, il capolavoro dedicato ai bambini scritto da David Chauvel e disegnato da Alfred, pubblicato in Italia nell’edizione integrale che raccoglie i quattro capitoli originali e vincitore a Lucca nel 2011 del premio Gran Guinigi come migliore sceneggiatura.

Octave è un bambino che vive con la mamma sulla costa di fronte l’oceano, ma odia il mare e il solo pensiero di immergere un piede nell’acqua salata lo fa rabbrividire. Quando la situazione lo richiede, tuttavia, tira fuori il coraggio e vola in soccorso di una balena; lotta contro la pesca abusiva; aiuta un pinguino a ritrovare la via di casa e salva il papà di un piccolo di sula tenuto prigioniero in un parco marino…

 

alla conclusione della <b>41° edizione del Festival Internazionale del fumetto di Angoulême, Come prima</b> di <b>Alfred</b>, un viaggio on the road nell’Italia degli anni Sessanta, <b>vince il Premio come Miglior Album</b>.
Posted on

Il grande e potente immaginario di Oz

Il mago di Oz - Chauvel, Fernandez

Perché Oz è così irresistibile?

Il Mago di Oz è una storia «la cui forza propulsiva è proprio l’inadeguatezza degli adulti, anche di quelli buoni, e il fatto che la loro debolezza obbliga i bambini a prendere in mano il proprio destino e, ironicamente, a crescere da soli. Il viaggio dal Kansas a Oz è un rito di passaggio», scrive Salman Rushdie.

Nel graphic novel Tipitondi, la storia di Dorothy, adattata da David Chauvel dal celeberrimo romanzo di L. Frank Baum, ha le forme stilizzate, le silhouettes taglienti e i colori sfolgoranti di Enrique Fernández.

Che aspettate a incamminarvi?

ACQUISTA IL GRAPHIC NOVEL CON LO SCONTO DEL 15%:

Aggiungi al carrello