Gauguin, l’altro mondo
in libreria dal 15 marzo 201
8!

 

La biografia illustrata di uno degli artisti più controversi mai esistiti arriva proprio in occasione del 170° anniversario della sua nascita.

Un paradiso primitivo in cui poter essere libero di esprimere sé stesso, un luogo incontaminato e lontano da una civiltà moderna non in grado di apprezzare la sua arte: l’altro mondo sognato da Paul Gauguin, e da questo rincorso per tutta la vita, ci viene descritto da Fabrizio Dori (illustratore di Uno in diviso, Tunué 2013) nel suo nuovo graphic novel.

L’autore ci accompagna negli ultimi anni della vita di Gauguin in un percorso che va oltre la nuda biografia, diventando un viaggio simbolico nella mente e nel cuore del pittore, e lo fa tramite un espediente surreale. Gauguin, delirante e in fin di vita, incontra uno dei protagonisti delle sue opere più famose: Manao Tupapau, lo Spirito della morte. È proprio lo Spirito della morte a incoraggiare il pittore a riflettere sul proprio passato, dando luogo a flashback che ce ne raccontano alcuni episodi. 

L’altro mondo di Gauguin è la splendida Tahiti, isola della Polinesia Francese, in cui arriva nel 1891 spinto da quella sete di libertà che lo accompagnerà per tutta la vita e lo condurrà nuovamente in Polinesia nei suoi ultimi anni.

Fabrizio Dori illustra questo mondo primitivo, tra mitologia e immaginario, intrecciando il proprio stile a quello di Gauguin, richiamando nella scelta dei colori e dei tratti molte delle opere del pittore e fondendosi con esse, senza paura di raccontare i lati più spigolosi della personalità dell’artista: emarginato dai salotti parigini, inquieto, spesso incostante nelle proprie relazioni.

Un viaggio, tavola dopo tavola, alla scoperta di uno degli artisti più discussi di sempre.

Nel 170° aniversario della nascita arriva nelle sale italiane a celebrare la memoria dell’artista anche il film “Gauguin, viaggio a Tahiti” di Edouard Deluc, uscito lo scorso 2017 in Francia.

Il Libro:

 

di Fabrizio Dori
 Prospero’s Books Extra
9,5×27; pp. 144 a colori