k

Il 2019 Tunué
Alcune anticipazioni

d

Sta per chiudersi il 2018: è stato un anno creativo, stimolante, un anno in cui abbiamo vissuto al massimo delle emozioni e in cui abbiamo ribadito il nostro sogno: trasmettere la passione per il fumetto, l’animazione, la letteratura. Nel 2019 vogliamo farlo ancora di più: saranno dodici mesi all’insegna dei grandi autori Tunué come Paco Roca, Brian Selznick, Bruno Cannucciari e Emiliano Pagani, Tony Sandoval, Emiliano Mammucari, Shaun Tan e Peter Kuper, ma anche di nuove realtà come Pera Comics.

Ecco alcune speciali anticipazioni!

_____

Inverno 2019

 

Manuale del papà (quasi) perfetto
di Nob

Fuori Collana

Il libro per diventare, passo dopo passo, il (quasi) perfetto papà e rimanere sempre di buon umore!

Per Dad, comico disoccupato, padre di quattro ragazze con personalità forti, ogni giorno è pieno di mille avventure. Tra Pandora l’intellettuale, Ondine la vulcanica, la vivacissima Roxane e Bébérenice, la più giovane, Dad ha trovato il ruolo della sua vita: prendersi cura della propria famiglia senza perdere nulla della propria giovinezza.

Dalle sue esperienze quotidiane possiamo scoprire come trovare il regalo di Natale perfetto, quali sono i rimedi ultra-efficaci contro le piaghe di ogni genere, ma anche la soluzione miracolosa per mettere tutti d’accordo al tavolo.

Il nuovo fumetto di Nob è un portentoso mix tra gag e strisce piene di emozioni.

NOB Nato a Tours nel 1973, autore pluripremiato e acclamato, è il creatore, tra l’altro, de I ricordi di Mamette, pubblicati da Tunué, di cui esiste anche la serie animata e della serie Dad (Tunué).

 

Il giorno della nutria
di Andrea Zandomeneghi

Collana «Romanzi»

Capalbio, costa dell’Argentario, ben lontani dalle suggestioni turistiche: Davide è un cefalgico cronico che vive col nipote e la madre, malata di Parkinson e invocante l’eutanasia. Il giorno seguente l’ennesima ubriacatura assieme al prete del paese e al figlio della badante della madre, si sveglia con gravi postumi; mentre tenta di placarli con psicofarmaci e altro alcol, rinviene una nutria spellata e congelata sul pianerottolo di casa, a mo’ di intimidazione. Sulla base di congetture, presagi, coincidenze e suggestioni, Davide opera ricostruzioni ossessive che lo portano, nel corso di una sola giornata sempre più vorticosa, a dubitare di tutte le persone che ha intorno, fino a scoprire la verità – anche su se stesso e sulle sue nevrosi.

Il giorno della nutria è un giallo al contrario che ribalta tutti i cliché sulla provincia italiana e rivela un nuovo, esplosivo esordio letterario.

Andrea Zandomeneghi è nato a Capalbio nel 1983. Scrive sul Foglio e dirige la rivista Crapula Club. Questo è il suo primo romanzo.

 

Il maestro dei tappeti
Olivier Bleys e Alexis Nesme

Collana «Prospero’s Book Extra»

Una fantastica storia ambientata nella Russia del XIX secoloFedor, maestro tappezziere, sa trasformare un rettangolo di tessuto in un veicolo volante; il potere che ha deve essere trasmesso, ma chi è interessato ai tappeti al giorno d’oggi? Durante un viaggio Fedor si imbatte in Danil, un giovane bracconiere inseguito dai soldati. Per salvarlo, Fedor srotola un tappeto e i due volano via lasciando i soldati boiardi storditi. Sarà Danil a ereditare gli straordinari poteri del maestro di tappeti? Un grahic novel in grado di riproporci l’Incanto delle fiabe russe e de Le mille e una notte in un racconto ricco di magia. Un nuovo straordinario fumetto dal disegnatore de I figli del capitano Grant, vincitore del Premio Romics per il Miglior Libro di Scuola Europea 2016.

Alexis Nesme, illustratore per l’infanzia, pubblica in Francia per Delcourt. Tunué ha pubblicato I figli del Capitano Grant, vincitore nel 2010 del Prix des collégiens ad Angoulême e del Premio Romics 2016.

Olivier Bleys ha pubblicato molti libri con la casa francese Gallimard. Fondatore di “Young Artists of the World” che promuove la cultura coinvolgendo artisti mondiali. Nel 2014 il Ministro della cultura francese lo ha nominato Cavaliere delle Arti e della Letteratura.

_____

 

Primavera 2019

 

Quello che voleva essere
di Carol Swain

Collana «Prospero’s Book»

Quello che voleva essere è il magnifico graphic novel che segna il ritorno di Carol Swain, autrice di fama internazionale. Con un ritmo cinematografico e una narrazione minimalista che richiama la scrittura letteraria di Raymond Carver, Carol Swain racconta la storia di Helen, una birdwatcher dilettante che vive in una comunità rurale del Galles. Quando un agricoltore locale le dice che un «uccello raro» di nome Emrys (nome con cui è spesso chiamato Mago Merlino) si è suicidato in una fattoria vicina, decide di indagare. Uno dei cani della fattoria le spiega che Emrys «non aveva piume e non poteva volare». Il tentativo di Helen di saperne di più si trasforma in un viaggio alla scoperta di sé, della sua libertà e, in ultimo, in una dura riconciliazione con il mondo così com’è. In Quello che voleva essere, la vita interiore di Helen viene lentamente rivelata attraverso una miscela di dettagli naturalistici e di eventi fantasmagorici; un viaggio in cui la giovane scopre se stessa attraverso le sue scelte.

Carol Swain è nata nel 1962 a Londra e cresciuta in Galles. La sua prima opera è stata Way Out Strips pubblicata da Fantagraphics Books. Da allora ha pubblicato alcuni graphic novel come autrice completa e storie a fumetti su antologie di tutto il mondo. Vive a Londra.

 

Daisy
di Marco Barretta e Lorenza Di Sepio

Collana «Tipitondi»

Daisy è una bambina che vive con il padre scrittore. Un giorno, leggendo uno dei romanzi del padre, la giovane Daisy sprofonda tra le sue pagine diventando una nuova protagonista della storia. Per uscirne dovrà arrivare alla fine del libro, facendo lo stesso percorso dell’eroe al quale si è sostituita, cadendo nella narrazione. Daisy, insieme agli altri personaggi della storia, si muoverà per raggiungere e sconfiggere la Regina Cattiva. Ma sarà veramente la cattiveria a muovere le azioni della Regina? Forse questa storia scritta da suo padre riserva alla bambina ancora tante sorprese. Daisy è un’eroina che ha nell’empatia il suo superpotere: Marco Barretta e Lorenza Di Sepio scrivono e disegnano una storia le cui atmosfere ricordano Il Mago di Oz, con tanti rimandi e suggestioni da serie tv come Once Upon a Time e Marco Polo.

Marco Barretta è un videografo, gira il mondo grazie al suo lavoro. È sceneggiatore di Procrastination, ultimo volume della serie Simple&Madama, disegnato da Lorenza Di Sepio.

Lorenza Di Sepio Disegnatrice nel campo dell’animazione 2D, dove lavora come character design e storyboard artist. Ha collaborato a diverse serie cartoon prodotte dalla RAI, video musicali e spot. Autrice di Simple&Madama, progetto virale nato sui social network e poi trasformato in progetto editoriale.

 

Monster Allergy Evolution #4 – Il filo di Arianna
scritto da Licia Troisi, Katja Centomo, Francesco Artibani e disegnato da Arianna Rea

Licia Troisi, la più famosa scrittrice italiana del genere fantasy, si unirà alla squadra Centomo-Artibani per la sceneggiatura di Monster Allergy Evolution #4, il filo di Arianna.

Un nuovo appuntamento con l’amatissima serie Monster Allergy che la Tunué sta sviluppando con la produzione di nuovi episodi. Creata in casa Disney Italia da Katja Centomo, Francesco Artibani, Alessandro Barbucci e Barbara Canepa, la serie è stata subito un successo in edicola, con una media mensile di vendite maggiore alle 30.000 copie e un totale che ha superato un milione e mezzo di copie. La proposta editoriale della Tunué è stata di rilevare il brand e creare il vero finale con il numero 30, perché la serie era stata improvvisamente chiusa, nonostante la presenza della versione animata in televisione. La soluzione editoriale scelta è stata di ripubblicare tutto in due volumi deluxe da 800 pagine di cui sono state vendute circa 7.000 copie, a dimostrazione di interesse e affezione alla serie. Attualmente è in produzione anche tutta la nuova stagione: Monster Allergy Evolution di cui sono stati pubblicati i primi tre episodi: Domulacrum, La valle dei Bombi e Non uccidere.

 

_____

Estate 2019

 

Nellie Bly
di Luciana Cimino e Sergio Algozzino

Collana «Ariel»

Con prefazione del giornalista David Randall

La vera storia di Nellie Bly, nata a New York nella seconda metà dell’Ottocento, prima donna giornalista a occuparsi di cronaca. Un libro-intervista che racconta la vita di una donna diventata icona, letta tramite il confronto con una giovane che vuole intraprendere la stessa carriera. Il confronto con l’aspirante giornalista rievoca nella ormai anziana Nellie i ricordi di tutte le sue avventure professionali, da quando si finse pazza e si fece internare per portare avanti un’inchiesta su un manicomio al giro del mondo in settantadue giorni fatto in solitaria, cosa impensabile per una donna di quell’epoca. Nellie Bly fu una delle poche giornaliste che intervistarono Belva Ann Lockwood, prima donna candidata alle elezioni presidenziali nel 1884. In quegli anni nascevano le prime campagne pubblicitarie, molte di queste riportavano il volto della Bly. Luciana Cimino e Sergio Algozzino raccontano la straordinaria vita di una donna simbolo di un’epoca.

Luciana Cimino Giornalista. Vive a Roma. Ha lavorato per lunghi anni all’Unità e scritto per diversi giornali. Oggi si occupa di comunicazione e di qualità dell’informazione.

Sergio Algozzino Diplomato presso l’Accademia di Belle Arti, ha pubblicato con Tunué: Dieci giorni da Beatle nel 2013, il racconto su Ozzy Osbourne, sceneggiato da Gianluca Morozzi, nella raccolta Hellzarockin’ nel 2012, e il saggio Tutt’a un tratto nel 2005. Nel 2014 esce il graphic novel di matrice autobiografica Memorie a 8 bit; nel 2016 il nuovo lavoro dal titolo Storie di un’attesa e nel 2017 Il piccolo Caronte con i disegni di Deborah Allo. Nel 2013 vince il Premio Francisco Solano Lòpez come “Miglior disegnatore”. All’attività di disegnatore e colorista affianca quella di insegnante presso varie scuole di fumetto.

 

Ar-men
di Emmanuel Lepage

Collana «Prospero’s Book»

Ar-men è un bastione isolato nel tratto di mare più impervio della Bretagna e forse del mondo, fu costruito tra pericoli e difficoltà sulle rocce dell’Île de Sein. Il solitario Germain è uno dei guardiani, e qui, nell’Inferno degli inferni, tra la furia delle onde e le lunghe guardie notturne, ha trovato il suo posto: convivere con i suoi fantasmi, ricordi e leggende. Quando una tempesta allaga il faro, sotto l’intonaco scrostato affiorano delle scritte: Germain scopre così la storia di Moïzez, un ragazzo sopravvissuto a un naufragio sull’Île de Sein, che prese poi parte ai lavori di costruzione di Ar-men.

Emmanuel Lepage è nato nel 1966 in Saint-Brieuc, a 13 anni ha iniziato a sviluppare il suo talento grazie alla guida attenta del disegnatore Jean-Claude Fournier, suo maestro. Nel 2003 ha iniziato quello che è poi stato considerato il suo capolavoro: Muchacho. Il tratto raffinato di Lepage fa di lui uno dei più geniali creatori del nuovo fumetto francese; le sue opere sono state tradotte in molti paesi europei e negli Stati Uniti.

 

Live Oak, With Moss (titolo originale)
poesie inedite di Walt Whitman
illustrazioni di Brian Selznick

Collana «Mirari»

Quando stava per compiere quarant’anni, Walt Whitman scrisse dodici poesie raccolte in un piccolo libro che chiamò Live Oak, With Moss: riflessioni intense ed estremamente private sull’attrazione che provava verso gli altri uomini, che si rivelarono le esplorazioni più ardite del poeta sul tema dell’amore omosessuale, ben prima che la parola entrasse in uso. Questi poemi rivoluzionari e appassionanti non furono mai pubblicati dall’autore e sono rimasti sconosciuti fino a oggi. L’illustratore Brian Selznick – autore bestseller e vincitore del Caldecott Award – offre, tramite le sue immagini, una narrazione provocatoria di Live Oak, With Moss e, con l’aiuto di Karen Karbiener, studioso di Walt Whitman, ricostruisce la storia della creazione dei dodici poemi.

Walt Whitman è stato un poeta, scrittore e giornalista statunitense. È conosciuto per essere l’autore della raccolta poetica Foglie d’erba, pubblicata in diverse edizioni a partire dal 1855.

Brian Selznick è autore bestseller del New York Times, vincitore del Caldecott Award, tra le sue opere più conosciute La straordinaria invenzione di Hugo Cabret e La stanza delle meraviglie dalle quali sono stati tratti altrettanti film diretti da Martin Scorsese e Todd Haynes. Vive tra Brooklyn e San Diego.

 

_____

Autunno 2019

 

Morgana
di Simon Kansara e Stéphane Fert

Collana «Prospero’s Books»

Privata del suo destino di regina, la sorellastra di Re Artù diventa la fata Morgana e si oppone alla tirannia della Tavola Rotonda e alle manipolazioni di Merlino. Spaventata dal mago che ha giocato con la sua vita fin dalla sua prima infanzia, Morgana dà libero sfogo alla sua rabbia contro tutti: il suo ex insegnante, gli uomini  e il loro nuovo dio.

Gli autori decidono di rovesciare la leggendaria tavola rotonda, dando vita a un racconto femminista in cui la fata Morgana afferra la spada contro i rappresentanti dell’ordine stabilito.

Simon Kansara vive nei Pirenei Atlantici, è autore e sceneggiatore audiovisivo. Ha compiuto i suoi studi preso il CEEA, Conservatorio europeo di scrittura audiovisiva.

Stéphane Fert vive nei Pirenei Atlantici, è un illustratore e fumettista francese. Morgana è il suo primo album, pubblicato in Francia per Delcourt Editions.

 

Matilde e i pirati
di Emiliano Mammucari e Viola Coldagelli

Collana «Tipitondi»

Tutto inizia con un equivoco: in piena notte i bucanieri di Capitan Kidd rapiscono la figlia del governatore di Puerto Roco per poi chiedere un cospicuo riscatto, ma solo una volta tornati sulla loro nave scoprono che la ragazza rapita è in realtà solo l’umile cameriera Matilde.

Dapprima bistrattata e relegata al ruolo di pelatrice di patate, la ragazzina userà tutta la sua intelligenza e astuzia per ritagliarsi un posto di rilievo sulla nave.

Alla superstizione e ai pregiudizi degli ingenui pirati, Matilde opporrà costantemente le sue speciali capacità logiche e investigative aiutando la scalcinata ciurma di pirati a scovare i tesori più assurdi.

Sceneggiato da Emiliano Mammucari, classe 1975, fumettista, illustratore e scrittore italiano, attivo nel mondo del fumetto dal 1998; ha collaborato con Sergio Bonelli Editore per cui, oltre a disegnare alcuni numeri di Napoleone e Jan Dix, nel 2013 ha creato graficamente la serie Orfani, insieme allo sceneggiatore Roberto Recchioni. Disegnato da Viola Coldagelli, classe 1984, nuovo poderoso talento del mondo dell’illustrazione.

 

I tre cappottini
di Gud

Collana «Tipitondi»

Johanna, o meglio Jo, come lei stessa ha deciso che vuole essere chiamata, odia la scuola, non sopporta gli amici e non vuole saperne degli sport tranne che del basket: il padre la incita a seguire la sua passione regalandole la maglietta, le scarpe e il ciondolo di Michael Jordan. Con quel ciondolo al collo riesce a superare anche i momenti più tristi, come quando i suoi genitori sono fuori casa per lavoro.

Rimasta sola con la nonna, Jo viene trascinata a fare una delle attività che tanto odia: lo shopping!

Costretta a provare tre cappottini in uno strambo negozio, Jo finisce in un mondo parallelo fatto di amorini, pace e fiumi di camomilla, dove tutti si vogliono bene, eppure lei vuole tornare nel suo mondo, perché odia tutti! Jo tratta male una piccola creatura che le mostra affetto e accoglienza, si arrabbia urlando: «Ti odio!». Togliendosi il cappotto torna immediatamente nel mondo reale ma si rende conto di aver perso il suo amuleto, quindi indossa velocemente il secondo cappotto sperando di poter tornare indietro a prenderlo, ma al suo arrivo in quell’universo tutto è cambiato. L’amorino che aveva trattato male è diventato un tiranno e ora tutti gli abitanti passano le giornate a picchiarsi. Jo è diversa da loro e per questo non la vogliono lì, le urlano di tornare a casa sua ma deve a tutti i costi riavere il suo amuleto che la protegge da ogni tristezza. La piccola si rende conto di come è grigio e triste quel mondo ora che tutti si fanno la guerra e capisce che deve fare qualcosa per riportare la pace!

Gud è autore di storie umoristiche, vignette, strips, racconti brevi e romanzi grafici.La sua scrivania di lavoro è nello studio diSkeletonMonstered è uno dei cinque ideatori dell’ARF! Il Festival del Fumetto di Roma.Tra i suoi libri: Tutti possono fare fumetti, La notte dei giocattoli (su testi di Dacia Maraini) e la serie a fumetti per bambini Timothy Top. Tutti editi da Tunué. Dal 2001 insegna il fumetto in scuole di ogni ordine e grado.

 

_____