In questi giorni abbiamo ricevuto delle notizie che ci rendono felici e sempre più orgogliosi sia del lavoro che stiamo portando avanti, sia dell’affetto che ci riservano i lettori.

È da pochi giorni nelle librerie d’oltralpe l’edizione francese del romanzo di Kareen De Martin PinterDimentica di respirare è approdato in Francia come Oublie que tu respiresedito dai tipi di Christophe Sedierta. Il libro racconta la storia Giuliano, un grandissimo apnista in uno dei momenti più delicati della sua vita: la scoperta di una malattia ai polmoni, proprio quegli stessi organi che l’hanno portato alla celebrità. Ma fa notare l’autrice che “l’apnea è una disciplina più mentale che fisica”, gettando un parallelo proprio con l’attività della scrittura. Ecco allora che il dramma di Giuliano assume una connotazione del tutto psicologica e la narrazione inizia ad alternare sogno e realtà, ricordo e vita, con una lingua evocativa che, siamo sicuri, riuscirà a catturare anche il pubblico francese.



Sempre dal mondo francofono arriva un importante riconoscimento per la nostra Grazia La PadulaJe jardin d’hiver, controparte francese di Giardino d’Invernoè fra i finalisti del premio belga Prix Rossel. Il premio si è sempre focalizzato su romanzi e racconti e con questa 81esima edizione per la prima volta si è esteso anche al mondo dei Bande Dessinée, ormai conosciuti come una forma di scrittura totalmente autonoma, commenta il giornale Le Soir, organizzatore del premio. Il vincitore sarà simbolicamente svelato al Musée Hergé.




In Italia, intanto, Kalina Muhova – candidata al Premio Micheluzzi del Comicon di Napoli per i disegni di Sofia dell’oceano – ha vinto il secondo premio nel contest di illustrazione, dal titolo Leggere in famiglia e in biblioteca: i 20 anni di nati per leggere, organizzato dalla Associazione Italiana Biblioteche nell’ambito della Bologna Children’s Book Fair. A Bologna Kalina ha anche avuto modo di esporre le sue opere, fra le quali le tavole del silent book Il Balconerecentissima pubblicazione ispirata a una poesia di Atanas Dalchev.


Insomma: con romanzi, fumetti o illustrazioni, gli autori di Tunué continuano a evocare storie che, come nel disegno di Kalina, riescono a catturare i lettori e le lettrici delle più svariate età e nazionalità. Ma anche gattini, pesci rossi e formichine!