Domenica 22 maggio a Reggio Emilia, l’Anafi ha assegnato il Premio «Albertarelli» a Davide Pascutti, disegnatore de L’uomo che sfidò le stelle. «Per essere riuscito, nello spazio di pochissimi anni, a divenire un narratore di graphic novel di grande spessore storico ed umano, messe sulla carta con stili diversi, di volta in volta studiati per meglio sviluppare l’argomento preso in esame».

Davide ha  recentemente firmato, insieme ad Andrea Laprovitera e Alessandro Di Virgilio, L’uomo che sfidò le stelle:  un gioco di memoria riporta in vita la storia di Augusto Imperiali: Augustarello, un uomo semplice che diviene legenda battendo il famoso cavaliere del Nuovo Mondo. I suoi disegni, con precisione, descrivono le vicende del mitico cow boy italiano.

La giuria ha poi conferito il Premio «Roberto Reali» a Camillo Conti, a Leonardo Gori, all’editrice Saldapress, a Mario Gomboli, all’affettuosa memoria di Bonvi e a Francesco Tullio-Altan.

Inoltre , sono stati consegnati  i premi referendum come miglior disegnatore, ad Andrea Mutti; come miglior sceneggiatore, a Giancarlo Berardi; come miglior autore completo, a Paolo Cossi; per la miglior iniziativa editoriale, a Gli anni d’oro di Topolino – Ed. Corriere della Sera/Gazzetta dello Sport; come miglior volume, a Napoleone di P. Bacilieri – Ed. Rizzoli Lizard; come miglior saggista,a F. Bellacci, a L. Boschi, s L. Gori e a A. Sani per “Jacovitti, 60 anni di surrealismo a fumetti” – ed. NPE.