Come fare amicizia con un fantasma

Rebecca Green

Come fare amicizia con un fantasma è il dolcissimo picture book di Rebecca Green che insegna a non aver paura nemmeno delle cose che a prima vista possono sembrare davvero spaventose. Come un fantasma, per esempio. Creature tenere e amorevoli, non incutono affatto paura, come molti dicono. Al contrario, una volta conosciute si rivelano amici fedeli, pronti a farsi coccolare e a vivere tante avventure.

Rebecca Green ci ha svelato come è nata l’idea di questa splendida storia, che ci ha conquistati fin da subito.

Buona lettura!

 

Cosa ha ispirato questo libro e perché hai scelto di raccontare questa storia?

A dire la verità, stavo pensando a delle idee per un altro progetto e volevo inserirci l’immagine di un fantasma e una ragazza mentre condividevano il cibo e facevano diverse attività. All’improvviso iniziai a chiedermi se a un fantasma piacerebbe bere o meno, cosa leggerebbe, come qualcuno dovrebbe prendersi cura di loro e pensai “Dovrebbe esserci una guida per insegnare alle persone come prendersi cura di un fantasma”. E così è nato il libro.

La storia è davvero sentita e soprattutto non parla solo di come prendersi cura di un fantasma, ma riflette anche sulle amicizie durature. Volevo che il lettore si rivedesse nell’amicizia tra Bellis (la ragazza) e il suo amico fantasma. Ho scelto di scrivere la storia anche perché mi stavo divertendo troppo solo a pensarci.

Quali sono tuoi i punti di riferimento artistici?

Amo il lavoro di Miro, Maira Kalman, Isabelle Arsenault e Wayne White. 

Raccontaci dove lavori e come…

In questo momento vivo con mio marito in Osaka, Giappone, e lavoro dal mio studio di casa. Uso gouache, matite colorate e pastelli solubili per creare il mio lavoro, ma mi piace anche sperimentare con nuovi materiali. 

Cosa ti piacerebbe trasmettere al lettore?

Un senso di meraviglia e giocosità. Amo che il libro venga percepito come un vero e proprio strumento educativo e le pretese che ha di essere serio dovrebbe far ridere di cuore il lettore. Il finale, però, invita i lettori a una riflessione più profonda sulla vita e le relazioni. 

Questo libro è per…

Chiunque sogni di fare amicizia con un fantasma.