Posted on

Tunué Week I Gli eventi dal 5 all’11 febbraio 2018

Tunuéweek

I laboratori, le presentazioni, le fiere e i tour con gli autori Tunué

Martedì 6 febbraio alle ore 19:00
Il martedì del fumetto

Interviene: Emanuele Di Giorgi

Sede Tunué – Via Cairoli, 13, Latina LT

Sabato 10 febbraio alle ore 19:00
Presentazione di Suttaterra

Interviene l’autore: Orazio Labbate
Modera: Luca Bernardi
Mardi Gras Libri e fumetti

via Andreas Hofer, 4 Bolzano

Sabato 10 febbraio alle ore 18:30
Presentazione di La memoria delle tartarughe marine

Interviene l’autrice: Simona Binni
Modera: Stefano Piccoli

Libreria Ubik

Via Adige, 2  Monterotondo

Posted on

Feltrinelli Comics sceglie Tunué per la promozione in fumetteria e nelle fiere di settore

La competenza editoriale e commerciale nel settore del fumetto porta oggi Tunué a stipulare un importante accordo con Feltrinelli Comics, la nuova collana di Feltrinelli Editore dedicata appunto ai fumetti che si appresta a distribuire in libreria da gennaio 2018.

Feltrinelli Comics ha deciso di affidarsi all’esperienza e alla professionalità di Tunué per la promozione dei suoi volumi nel canale fumetterie.

A partire da Mantova Comics & Games inizierà, inoltre, una collaborazione che vedrà le due realtà coinvolte anche in molte fiere di settore.

Quello di Tunué con Feltrinelli Editore è un nuovo passo che segue un accordo altrettanto importante: il Patto del loto d’oro, stipulato a metà 2017, tra la casa editrice latinense e Oblomov Edizioni, che ha permesso di mettere in campo efficaci strategie promozionali per la loro startup.

La ricerca che Tunué porta avanti da anni nei campi dell’inventiva e della creatività editoriale, e ora rinforzata e rinnovata con Feltrinelli Comics, le hanno permesso di acquisire una conoscenza e un’esperienza del settore editoriale tale da poter accogliere oggi un’altra grande collaborazione, non concorrenziale, in grado di comunicare un modo nuovo di fare editoria in Italia oggi.

Feltrinelli Comics

Posted on

Potere alle storie il caso Re Cecconi

Re Cecconi Lazio

Per chi ama lo sport e rimane affascinato dalle storie dei campioni che hanno segnato il tempo sabato 11 novembre, ore 18:30
Guy Chiappaventi presenta Aveva un volto bianco e tirato. Il caso Re Cecconi all’interno della rassegna Potere alle storie a Latina presso il Circolo Cittadino Sante Palumbo Piazza del Popolo, 2

Tunué è molto legata al festival a cui ha donato il pay off che è stato per anni la frase di riconoscimento del nostro marchio editoriale.

Il libro da poco ha vinto il Premio Ghirelli, massimo riconoscimento della FIGC e Guy Chiappaventi saprà conquistarvi con una ricostruzione attenta degli anni di piombo e del caso Re Cecconi.

Re Cecconi Lazio

Il libro

14,90 €
Collana: Traguardi
Formato: 17×24; pp. 192 a colori, cartonato

Posted on

Vincitori contest all’ombra del faro

Contest all'ombra del faro

«All’ombra del faro», l’ultimo contest dedicato alla nostra Lucca Comics & Games, è terminato. Qui sotto trovate i nomi dei vincitori, a cui facciamo i nostri complimenti! Ringraziamo sia loro, che tutti gli altri, per aver giocato, ma soprattutto per aver vissuto con noi i giorni prima della vigilia! Non vediamo l’ora di conoscervi, al di qua e al di là dello stand! #Lapprododellestorie

Mercoledì 1 novembre:
Gabriele Fossi
Marzia Candeloro

Giovedì 2 novembre
Martina Scarpellini
Nella Scarlato

Venerdì 3 novembre
Massimo Zanuzzi
Claudia Cariglia

Sabato 4 novembre
Marco Frignani
Francesco Prampolini

Domenica 5 novembre
Noemi Zanon
Vittoria Barulli

Posted on

L’integrazione, da A Ciambra (candidato agli Oscar 2018) a Il buco nella rete

Ci sono dei temi che sono come nodi mai sciolti in quella trama complessa che è l’inconscio collettivo. Uno di questi è l’integrazione tra popoli – in particolare con i Rom. Così, capita che gli artisti trovino in quella necessità di elaborazione un’enorme fonte d’ispirazione.

Necessità. È proprio questa che ha mosso Jonas Carpignano, regista italo-americano, quando ha deciso di ambientare il suo A Ciambra (prodotto, tra l’altro, da Martin Scorsese) nella comunità Rom di Gioia Tauro. Oltre ogni previsione, il film è stato candidato agli Oscar 2018, superando nei gradimenti dei giudici produzioni ben più commerciali. Carpignano, trentatreenne autore di Mediterranea, credeva talmente poco di avere una chance, che ha passato la notte della nomina alla festa annuale di San Cosimo e Damiano, a bere e ballare insieme a tutti gli zingari della zona. Il giorno dopo ha ricevuto la telefonata, e si è detto sotto shock.

La stessa necessità che ha mosso il giovane regista, proprio quest’anno ha ispirato un’altra forma d’arte. Il buco nella rete, di Marco Gastoni e Nicola Gobbi, è un graphic novel (presentato nella collana Tipitondi) destinato a una generazione ancora da formare, e persegue l’obiettivo coraggioso di indicare una via, quella dell’integrazione. Il protagonista è un bambino, Doriano, che frequenta una scuola democratica. Durante una partita di calcio, per sbaglio tira il pallone troppo in alto, troppo lontano – oltre la rete. Doriano scoprirà che nessun posto è mai troppo lontano, se si segue la propria curiosità naturale. Infatti, dall’altra parte c’è un campo Rom, e un altro bambino, Milo, impegnato in affascinanti acrobazie con una palla rossa. Nasce tutto da questo: dalla voglia d’imparare, di scoprire il diverso e di arricchirsi nello scambio reciproco.

Il buco nella rete è un fumetto pieno di speranza, mai scontato, mai buonista, solo genuinamente buono. Un libro commovente, che sa toccare le corde di chiunque abbia desiderato anche solo per un attimo tendere la mano all’altro, e che l’altro tendesse la mano verso di lui.

Il buco nella rete, come A Ciambra, non è mai pedagogico: propone solo un’alternativa. Che poi forse è proprio il ruolo dell’arte. Mai imporre, solo suggerire, sussurrarti all’orecchio che il mondo può ancora essere diverso da com’è. Del resto, le reti dividono, impongono, separano – un buco in una rete è solo una possibile via di fuga. Sta poi al lettore decidere se accontentarsi della barriera, o oltrepassarla.