Posted on

Angouleme: Alfred vince di nuovo il premio per il Migliore album

pierre_web

Lionel Papagalli, in arte Alfred, indiscutibilmente una pietra miliare del fumetto internazionale, si aggiudica il Prix De Meilleur Album, per la 41° edizione del Festival Internazionale del Fumetto di Angouleme. Premio ambitissimo, che il suo ultimo graphic novel Come Prima, edito in Francia dalla celebre casa editrice Delcourt, ha saputo aggiudicarsi grazie alla commovente storia on the road di due fratelli che intraprendono un viaggio nell’Italia degli anni ’60, in seguito alla morte del padre.

Lo stile narrativo dal sapore toccante e di profondo dolore proprio dell’autore francese sorprende ancora una volta il pubblico e la giuria del festival che già nel 2007 aveva conferito il Prix du public ed il Prix essentiel a Perché ho ucciso Pierre, un graphic novel dal grande coraggio in cui il racconto autobiografico dello sceneggiatore Oliver Ka si completa dei disegni di Alfred, che ha saputo splendidamente tradurre una storia tanto amara in fumetto.

Perché ho ucciso Pierre Non morirò da preda Napoli, sguardi d’autore Octave. L'integrale  La disperazione della scimmia

Per l’occasione tutti i titoli di Alfred sono venduti con 15% di sconto sullo store Tunué

 

Le stesse ambientazioni drammatiche ritornano in La disperazione della scimmia, una storia d’amore appassionante, sullo sfondo della rivoluzione civile, simbolo di un desiderio difficilmente raggiungibile, e in Non morirò da preda, il graphic novel, dallo stile sobrio e lineare, in cui Alfred  penetra la mente del protagonista, descrivendo, in un tragico episodio, le ragioni che spingono un adolescente ad esplodere con tanta violenza.

Storie da leggere tutte d’un fiato, storie che lasciano assorti, storie complesse, travolgenti. Non sufficienti però per descrivere il suo tratto eclettico, eterogeneo. L’autore, infatti, anche grazie alle influenze dell’Atelier flambant neuf, luogo di lavoro gremito di graphic designer ed illustratori, ha sviluppato la forte versatilità da cui è nato poi Napoli, sguardi d’autore, edito da Tunué in collaborazione con Dargaud e Comicon. Il reportage collettivo sulla città italiana di AlfredBastien Vivès, Anne Simon e Mathieu Sapin che hanno soggiornato a Napoli, ospiti del Comicon tra il 2008 e il 2009.

Chiudiamo la carrellata sulle opere di Alfred pubblicate in Italia dalla Tunué con il primo numero della collana Tipitondi, Octave, il capolavoro dedicato ai bambini scritto da David Chauvel e disegnato da Alfred, pubblicato in Italia nell’edizione integrale che raccoglie i quattro capitoli originali e vincitore a Lucca nel 2011 del premio Gran Guinigi come migliore sceneggiatura.

Octave è un bambino che vive con la mamma sulla costa di fronte l’oceano, ma odia il mare e il solo pensiero di immergere un piede nell’acqua salata lo fa rabbrividire. Quando la situazione lo richiede, tuttavia, tira fuori il coraggio e vola in soccorso di una balena; lotta contro la pesca abusiva; aiuta un pinguino a ritrovare la via di casa e salva il papà di un piccolo di sula tenuto prigioniero in un parco marino…

 

alla conclusione della <b>41° edizione del Festival Internazionale del fumetto di Angoulême, Come prima</b> di <b>Alfred</b>, un viaggio on the road nell’Italia degli anni Sessanta, <b>vince il Premio come Miglior Album</b>.