Nasce il Patto del loto d’oro, accordo con cui Tunué e Oblomov condividono promozione, logistica e iniziative editoriali. 


Terminato il percorso con Coconino, Igort prende la sua strada e fonda Oblomov edizioni.
Viviamo un’epoca d’oro per inventiva e creatività editoriale in cui la curiosità dei lettori è pari solo alla voglia di esplorare nuovi territori da parte dei narratori. C’è bisogno di una visione in grado di intercettare questo comune sentire e stare al passo con i tempi.

Tunué e Oblomov, oltre a gestire strategie promozionali e produttive, lavoreranno insieme su una nuova idea di fumetto popolare.
Un accordo basato su affinità elettive e su una prospettiva comune di come raccontare le storie, pronto ad accogliere in futuro realtà internazionali.


Il Patto del loto d'oro rappresenta un ulteriore passo verso la definizione di un polo editoriale non concorrenziale in grado di comunicare un'idea innovativa del fare editoria in Italia nel 2017.

 

La foto sottostante è stata scattata un momento prima della conferenza tenutasi al Salone del Libro di Torino 2017 tra il nostro direttore editoriale Massimiliano Clemente, Elisabetta Sgarbi e Igort. Seduto a sinistra il nostro amministratore delegato Emanuele Di Giorgi.
                                                               IMG_5652.JPG